Covid-19: nuovi contributi EBAV dedicati alle imprese

Dall’inizio della pandemia, il sistema bilaterale dell’artigianato Veneto ha messo in campo diversi servizi

Di fronte all’emergenza sanitaria l’Ente Bilaterale Artigianato Veneto (EBAV) ha messo in campo contributi aggiuntivi in favore delle imprese e dei lavoratori dell’artigianato. Vediamo di seguito i servizi dedicati alle imprese aderenti EBAV per i quali è possibile presentare domanda allo Sportello EBAV di Confartigianato Imprese Vicenza entro il 31 marzo 2021.

Contributo per FSBA Covid-19 (servizio A24)

Contributo rivolto alle imprese che hanno sottoscritto un accordo di sospensione per accedere all’assegno FSBA per causale Covid-19 con effettiva sospensione dei dipendenti nel periodo compreso fra marzo 2020 e dicembre 2020. Il contributo è pari a € 30 mensili per ogni dipendente sospeso nel periodo di riferimento (marzo – dicembre 2020) che sia stato effettivamente sospeso per più di due settimane, anche non consecutive, nel singolo mese. Ai fini del calcolo, si considerano i mesi in cui la durata effettiva della sospensione sia stata di almeno 11 giornate nel mese (per orario di lavoro settimanale su 5 giorni); o almeno 13 giornate nel mese (per orario di lavoro settimanale su 6 giornate).
Il contributo è previsto con riferimento ai soli lavoratori sospesi per i quali nei mesi di utilizzo di FSBA l’imponibile fiscale è risultato pari o inferiore ai 300€.
Il contributo è richiedibile anche nel caso di utilizzo nel 2020 dell’Assegno ordinario (no Covid-19). In tal caso la misura del contributo è di 20 euro per ogni dipendente effettivamente sospeso nel singolo mese.

Sostegno alla liquidità delle imprese (servizio A31)

Contributo per le spese d’istruttoria della pratica, ed eventuali commissioni, sostenute per il rilascio delle garanzie necessarie all’ottenimento di nuovi finanziamenti nel periodo 17 marzo – 31 dicembre 2020 attraverso i Confidi artigiani. L’anno di competenza è l’anno in cui si registra concessione del finanziamento dei Confidi. Rimborso pari al 100% delle spese sostenute fino a un massimo di € 300 per azienda. È richiedibile un solo contributo A31 nel periodo.

Sostegno applicazione protocolli sicurezza anticontagio Covid-19 (servizio A32)

Contributo per le spese sostenute dall’impresa per consulenza sull’attuazione dei protocolli anticontagio Covid-19 rese dal servizio associativo di Confartigianato Imprese Vicenza e/o da altro professionista. L’attuazione del protocollo anticontagio Covid-19 dev’essere realizzata con il coinvolgimento degli RLST (Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale) nella forma della consultazione di cui all’art. 50 d.lgs. n. 81/2008 come disciplinata dagli accordi interconfederali vigenti che regolano l’attività del sistema COBIS.
Si considerano validi gli interventi effettuati dal 15 marzo 2020 al 31 dicembre 2020 con fatture emesse entro e non oltre il 31/01/2021.

Misura del contributo: 

  • 100% delle spese sostenute con un massimo di € 200 euro per le aziende che hanno conferito mandato allo sportello territoriale COBIS di Confartigianato Imprese Vicenza (o di altra associazione artigiana) e hanno fruito del relativo servizio associativo;
  • 50% delle spese sostenute con un massimo di € 100 euro per le aziende che non hanno conferito mandato ad uno sportello territoriale COBIS presso le sedi provinciali delle associazioni artigiane, fermo restando l’obbligo di consultazione del RLST e dell’autodichiarazione dell’azienda circa l’applicazione del protocollo Covid-19.

Sostegno attività sanificazione (servizio A33)

Contributo alle aziende per le attività di sanificazione, svolta su base volontaria, per anticontagio Covid-19 indipendentemente dalla presenza di un caso confermato di COVID.
Sono ammesse al rimborso le spese sostenute per attività di sanificazione di ambienti, strumenti e veicoli di lavoro.
In alternativa, a discrezione del datore di lavoro, il rimborso potrà essere richiesto per le spese sostenute per l’acquisto di macchinari per la sanificazione diretta dei locali/strumentazione da lavoro / veicoli da lavoro. A titolo esemplificativo e non esaustivo, i macchinari ammessi al contributo sono: macchine a vapore professionale; nebulizzatori; sanificatori d’aria; macchine ad ozono professionali; macchine per sanificazione pavimenti.
Va presentata una diversa domanda A33 per ciascuna eventuale tipologia di intervento.
Si considerano validi gli interventi effettuati dal 17 marzo 2020 al 31 dicembre 2020 con fatture emesse entro e non oltre il 31/01/2021.

Misura del contributo:

  • Interventi di sanificazione: 50% dei costi sostenuti con un massimo di € 200 euro per sanificazione. Massimo 3 domande di rimborso;
  • Acquisto di macchinari: 50%dei costi sostenuti con un massimo di € 650 euro per macchinario. Massimo 1 domanda di rimborso.

Ulteriori sostegni per l’applicazione dei protocolli anticontagio (servizio A34)

Serie di contributi destinati alle seguenti tipologie di intervento:

  1. Aziende con soggetti posti in isolamento fiduciario con provvedimento dell’ASL in caso di:
    – contatto stretto con un caso accertato di COVID 19 extraziendale o aziendale;
    – provenienza da zone a rischio secondo le indicazioni del Ministero della Salute ed eventuali ordinanze della Regione Veneto.
    Sono computati nei soggetti interessati ogni lavoratore dell’azienda, il titolare, i soci ed i collaboratori.
    È previsto un contributo una tantum per azienda delle seguenti entità:
    € 400 se i soggetti interessati siano da 1 a 5
    € 700 se i soggetti interessati siano più di 5
  2. Azienda con lavoratore che, dopo una missione all’estero, risulta soggetto all’obbligo di quarantena in attesa dell’esito del tampone.
    È previsto un contributo una tantum per azienda delle seguenti entità:
    € 150 se i soggetti interessati siano da 1 a 5
    € 300 se i soggetti interessati siano più di 5
  3. Accertamenti sanitari sui lavoratori cosiddetti “fragili” in base alla normativa ministeriale.
    Il contributo è pari € 50 per dipendente con un massimo di € 250 euro per azienda.
  4. Acquisto di materiale non sanitario per attuare le prescrizioni previste dal Ministero della Salute in caso di:
    – ingresso nel luogo di lavoro di persone esterne;
    – attività di servizi, di manutenzione del verde, al dettaglio ed altre attività soggette a rischio Covid-19 (es. autoriparazioni, parrucchieri, estetiste, pasticcerie, panifici, installatori, manutentori, ristoratori, birrai, etc).
    Per consultare elenco del materiale non sanitario rimborsabile clicca qui.
    È previsto il rimborso del 50% delle spese sostenute con un massimo di € 500 euro per azienda.
  5. Assenza dall’attività aziendale, determinata da provvedimento dell’ASL, di titolari, soci e collaboratori a seguito di isolamento fiduciario del figlio in età scolare con provvedimento ASL.
    Si prevede una diaria giornaliera di €8 (a giorno lavorativo lun-ven) per soggetto assente in quanto il figlio è posto dalla scuola in isolamento fiduciario

Di seguito le schede riepilogative dei servizi attivati rispettivamente da EBAVEDILCASSA VENETOSANI.IN.VENETO.

EBAV - Ente Bilaterale Artigianato Veneto
EDILCASSA VENETO
SANI.IN.VENETO

Lo Sportello provinciale EBAV di Confartigianato Imprese Vicenza è a disposizione per maggiori informazioni ai seguenti recapiti:
e-mail: ebav@confartigianatovicenza.it 
telefono: 0444/168446-168425

Per presentare le Domande di Servizi/contributi Ebav approfondisci su www.ebav.it o compila il form dedicato

Nome e Cognome *

Email *

Cell *

Il tuo messaggio *

Inviando questo form, acconsento al trattamento della privacy e mi impegno a leggere tutte le condizioni di questo sito, indicate nella pagina web privacy.