Confartigianato Vicenza: due incontri sulla Gestione Aziendale a Recoaro

Con l’obiettivo di capire e individuare “cosa è possibile fare” per migliorare la propria situazione economica e finanziaria in azienda, il 9 e il 14 aprile scorso sono stati organizzati due incontri tecnici a Recoaro Terme.

Hanno partecipato circa 20 aziende locali di diversi settori intente a riflettere assieme sui temi della Gestione Aziendale, sia dal punto di vista organizzativo, che economico- finanziario. I relatori delle due serate, Cinzia Zamperetti, Andrea Bolognini e Luciano Sassetto hanno posto l’accento su alcuni aspetti talvolta trascurati dai piccoli imprenditori artigiani per mancanza di tempo o perché ritenute attività poco utili.
Nella serata del 9  è stata messo il rilievo l’importanza del controllo periodico dei conti (importante fermarsi almeno una mezza giornata alla settimana per calcolare la propria redditività); da questo punto di vista il controllo costante del Listino Prezzi (sia che si venda su listino, sia lavori su preventivo) è importante per poterlo adeguare agli aumenti di materiali, alla concorrenza, alla tempistica dei diversi lavori e anche al costo bancario della dilazione di pagamento che spesso si deve subire dai clienti.
Diventa fondamentale mantenere la propria capacità competitiva, non solo offrendo un prezzo migliore, ma anche servizi post vendita, cura dei particolari di esecuzione, preventivi chiari, consulenza tecnica di un certo livello, tempestività di risposta, ampia gamma di prodotti o servizi (anche con collaborazioni). La capacità competitiva e organizzativa è dettata dalla capacità di proporre prodotti o servizi nuovi, cercare canali nuovi di collaborazione o di clienti, ampliare la nostra visione d’impresa.
Il passo successivo è quello dell’Analisi di Bilancio, cioè di un’azione di verifica delle entrate e delle uscite, di valutazione della redditività (cioè quanto sta producendo il ns. capitale di lavoro e di mezzi investito) e dei flussi finanziari, “quanto rimane in tasca” dopo aver pagato tutte le spese. Attraverso analisi più approfondite possiamo capire se abbiamo scostamenti eccessivi a livello finanziario (per quanto tempo rimaniamo fuori), quali prodotti e/o lavori rendono di più e quali, quali costi appesantiscono la ns. gestione. Tramite l’analisi di bilancio possiamo anche migliorare il ns. rapporto con le banche e conoscere il costo reale del credito. L’istituto di credito avrà inoltre la sensazione che la ditta, anche in un momento di difficoltà, è comunque sotto controllo.
Nel passaggio che ha trattato il rapporto con le banche, è fondamentale conoscere la propria Centrale Rischi periodicamente richiedendola alla Banca d’Italia.
Il mercato in questa fase sicuramente non è amico dei piccoli imprenditori, basta vedere quanti cliente cattivi-pagatori ci sono. Ci sono soluzioni preventive che si possono adottare come quelle successive per recuperare il credito, l’importante è non tergiversare .
Il 14 invece si è fatto il punto della situazione sul rapporto con le banche, illustrando da prima cosa sta succedendo nel settore bancario, quali trasformazioni sta subendo, che tipo di adempimenti europei deve soddisfare. Le vicende di questi ultimi anni hanno infatti imposto alle banche, tra le altre cose, l’obbligo di accantonamenti a titolo di garanzia molto più elevati. Il piccolo imprenditore talvolta trascura nei rapporti con le banche dei dettagli che però oggigiorno sono di fondamentale importanza perchè creano altrimenti delle anomalie con conseguenze molto  costose e difficili da risanare, come sconfini e segnalazioni alla centrale rischi. E’ fondamentale non tralasciare il rating e il significato che esso ricopre; per quanto possa essere un valore asettico e non del tutto chiarificatore, è l’indice di giudizio che le banche usano. Il rating è costituito da diversi elementi di cui il bilancio è solo una parte non preponderante. Valgono di più l’andamento generale del settore e lo storico di affidabilità della ditta indicato dalla centrale rischi. L’incontro del 14 ha visto infine la presentazione degli strumenti di credito oggi più interessanti disponibili anche nelle sedi di Artigianfidi.