Confartigianato: il nuovo “Dire, fare e pensare” tra manualità, digitale e prodotti da forno

L’edizione 2015/2016 di Dire, Fare e Pensare, progetto per le scuole promosso dalla Confartigianato provinciale con il Comune di Vicenza e la Camera di Commercio, presenta molte novità.

Oltre ai laboratori su attività della tradizione, ci saranno alcune nuove discipline fortemente orientative, e quindi idonee agli allievi delle medie, più una sezione speciale “FabLab” indirizzata verso tutte le nuove attività tecnologiche, in collaborazione con le imprese ICT di Confartigianato del Gruppo 100100. In tale ambito, verranno proposti laboratori, percorsi, eventi e progetti per alunni delle elementari e delle medie relativi alle nuove tecnologie, ai linguaggi di programmazione, alla robotica, al coding, alla manifattura digitale e alla stampa 3D per conoscere le nuove frontiere dell’artigianato digitale e dei makers.
Ogni anno Dire, Fare e Pensare, infatti, si amplia non solo per rispondere alle esigenze delle scuole, ma soprattutto per far conoscere sempre meglio e in tutte le sue sfaccettature il mondo variegato della piccola impresa. Alla base c’è l’obiettivo di promuovere il valore del fare, del pensare, del progettare e del ripensare, documentando i percorsi che in questi anni hanno riscosso un grande successo, dimostrandosi uno strumento valido di apprendimento, di orientamento, ma anche un modo per perseguire la socializzazione e l’integrazione anche in alcune realtà difficili.
Tutti i laboratori, gli artigiani coinvolti, le modalità di adesione e di programmazione saranno presentati in due incontri: a Vicenza il 22 settembre, al Centro Congressi Confartigianato di via Fermi dalle ore 18, e a Schio il 29 settembre al Megahub di via Paraiso (sempre alle 18).
Ecco dunque qual è l’elenco delle proposte e i nomi dei vari specialisti responsabili,  iniziando dai laboratori tradizionali: “Incisione, Litografia e Xilografia” (Giancarlo Busato); “Sviluppa il Pensiero Creativo attraverso tecniche artistiche” e “L’Abc delle Tecniche Pittoriche” (Fortuna Mariniello); “Texture e sfondi decorativi” e “Libri fatti a mano” (Elena Marconato); “Scrittura Creativa” e “Raccontare il paesaggio” (David Conati)”; “Libri pop-up e Storia dell’Arte…praticamente” (Federica Pilastro); “La fotografia 2.0: immagini e video nell’era del digitale” (Fotografi Confartigianato Vicenza); “Giocando con le immagini” e “Arno Stern e l’atto del tracciare” (Maria Pia Sala); “Decorazioni con la carta” (Rosanna Frapporti); “Giochiamo con la luce” (Giovanni Traverso); “Fantasia di Intrecci” e “Rilievi dorati” (Laura Vajngerl); “L’argilla tra le mani: quattro elementi da scoprire” (Marco Maria Polloniato); “Facciamo finta che ero…”, laboratorio di messa in scena (Pino Costalunga); “Scultura” (Alfonso Fortuna); “Costumi e accessori: un viaggio nel tempo e nella fantasia” (Paola Girardi/Lucia Fortuna); “Il look giusto per ogni occasione” (Professionisti artigiani di acconciatura ed estetica); “Scuola facile di cucina per giovani generazioni” (Ristoratori Confartigianato); “Legno, mani e fantasia” (Elena Agosti e Slobodan Voivodic); “Suonare la ceramica: i cuchi” (Diego Poloniato).
Tra le novità 2015/2016 troviamo poi: “Il fantastico mondo del pane” (Panificatori Confartigianato); “Pasticceria: istruzioni per l’uso” (Pasticceri Confartigianato); “Meccatronica” (Engim Veneto Cfp Patronato Leone XIII); “Energia sotto controllo” (Engim Veneto Cfp Patronato Leone XIII).
Altra novità è la sezione speciale FabLab, con questi due laboratori: “Manifattura digitale: tecnologia digitale e stampa 3D” (Makers del Megahub di Schio); “Robotica per bambini e ragazzi” (Gruppo ICT “100100” di Confartigianato Vicenza).