Canada: trend positivo per la gioielleria. Un incoming di buyer a Vicenza in ottobre

Miglior Paese G7 in termini di crescita economica negli ultimi 10 anni, il Canada conferma nel 2017 una crescita del + 3.7%.
L’Accordo CETA ha spinto l’export italiano a un incremento dell’8%. In particolare, nel settore gioielleria l’effetto CETA con l’abolizione dei dazi ha portato a un trend positivo tra gennaio e marzo 2018 del + 27%, confermando l’Italia come primo forniture UE di gioielli. Inoltre, più che rosee le proiezioni per il settore che profilano un ulteriore incremento di fatturato del 3% entro il 2020.
Questi dati, e una specifica analisi di settore curata da ICE Toronto, sono stati oggetto di un recente seminario organizzato dalla Camera di Commercio di Vicenza – Made in Vicenza che organizzerà, assieme a ICE Toronto e in collaborazione con le associazioni di categoria vicentine nei giorni 15/17 ottobre 2018, un workshop a Vicenza con buyer canadesi per il settore orafo e argentiero.

Il workshop prevede le seguenti fasi di realizzazione:

  •     invio presentazioni delle aziende vicentine ai buyer tramite l’Ufficio ICE Toronto;
  •     selezione delle imprese vicentine che i committenti canadesi sono interessati a incontrare;
  •     predisposizione di un’agenda appuntamenti individuale per ogni azienda a cura di Made in Vicenza;
  •     invio agenda appuntamenti e profili buyer alle aziende vicentine aderenti.

Per info e adesioni delle imprese Confartigianato Vicenza il riferimento è Vladi Riva (tel. 0444 168316 – email: v.riva@confartigianatovicenza.it ).