Attività artigiane a sostegno della campagna “Ottobre Rosa” promossa da LILT

Attività artigiane, dall’acconciatura all’estetica, sostengono la lotta contro i tumori sensibilizzando i clienti.

Fare del bene fa bene: ne sono consapevoli molte persone che nella società civile operano nel volontariato, o sostengono progetti di utilità sociale. E anche il mondo delle imprese offre spesso il proprio contributo. Un progetto concreto, ad esempio, è “Confartigianato per LILT” e testimonia l’impegno che le attività artigiane, particolarmente quelle che hanno un rapporto diretto con il cliente e/o hanno un punto vendita, possono dare per promuovere la tradizionale campagna “Ottobre Rosa” promossa dalla LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Vicenza.
Sono coinvolti prevalentemente, pertanto, saloni di acconciatura e centri estetici, ma anche negozi alimentari, pulitintolavanderie, studi fotografici, e così via. 

Il progetto prevede la partecipazione attiva di queste imprese, che potranno sensibilizzare i loro clienti sull’importanza della prevenzione e della lotta ai tumori, consegnando loro materiale informativo della LILT e alcuni gadget. Con un duplice risultato: senza dubbio, il primo è quello di favorire nelle persone comportamenti virtuosi e l’adozione di buone prassi di prevenzione per evitare l’insorgenza di patologie tumorali; il secondo è quello di assegnare all’imprenditore o all’imprenditrice un nuovo ruolo nel territorio a cui è legato e in cui vive: essere “testimonial” di progetti di carattere sociale, perché la sostenibilità passa proprio anche verso queste forme di attenzione e nel prendersi cura degli altri.

La campagna “Ottobre rosa” si svilupperà per tutto il mese di ottobre e perciò le imprese di Confartigianato che vi hanno aderito se ne faranno portavoce nel periodo autunnale. 

Creare un rapporto di fiducia con i propri clienti, anche grazie a queste iniziative che dimostrano attenzione al loro benessere fisico, ha quindi un valore importante a livello sociale e soprattutto per la LILT di Vicenza che, grazie alle donazioni liberali erogate da cittadini e aziende, potrà continuare a sviluppare iniziative che mirano a educare la popolazione a corretti comportamenti e a migliorare la qualità di vita di tutti. Un plauso all’iniziativa è stato rivolto a Confartigianato da Cesare Benedetti, presidente della LILT Vicenza, per la sensibilità dimostrata dalle imprese aderenti alla campagna di prevenzione e per la vicinanza a progetti territoriali come questo, che dimostrano l’importanza di unire le forze e sostenere iniziative fondamentali per la salute delle persone.