Aiutare gli anziani soli: un filo diretto per ascoltarne la voce

L’ANAP Pensionati vicentina chiama i soci parlando con loro di salute e altro, aiutandoli anche nella campagna vaccinale.

Opinionisti, analisti, medici, virologi, politici: tutti parlano degli anziani, categoria maggiormente esposta al rischio del contagio del virus. E nel farlo, talvolta, qualcuno dà voce a valutazioni che pesano come macigni: i vecchi intasano ambulatori e ospedali; l’incremento della componente anziana della popolazione metterà in difficoltà il welfare sociale e i bilanci della sanità, e così via. Insomma, l’anziano – secondo certi “esperti”, poco sensibili al valore della vita umana – è un peso… Peccato che spesso siano proprio i nonni a costituire un solido “paracadute” per le famiglie, sia con “servizi” in casa come il baby-sitting, sia con sostegni economici (specie nell’ultimo anno). Poco si sono sentite invece, in questo difficile momento, le voci degli anziani e dei loro rappresentanti.
Eppure, qualcosa da dire ce l’abbiamo, spiegano dall’ANAP Pensionati Confartigianato di Vicenza, perché parlare di cosa si prova può farlo solo che sta vivendo questa fase di vita in prima persona.
Anche per questi motivi l’ANAP ha avviato una iniziativa molto interessante e molto apprezzata: da oltre un mese, ogni giorno l’associazione chiama i propri iscritti in occasione del loro compleanno, ascoltando anche come stanno vivendo questo periodo.

Racconta il presidente Severino Pellizzari: “Sono oltre 500 le telefonate, finora, e continuiamo per farci sentire vicini ai nostri soci. Queste conversazioni sono occasioni preziose per capire gli stati d’animo, ascoltare gli sfoghi e raccogliere esigenze, prevenire situazioni più serie, offrire utili suggerimenti contro i malintenzionati, o raccogliere segnalazioni. Ma la chiamata permette anche di monitorare, a vaccino effettuato, come ha operato la sanità pubblica e come stanno”. Non solo. Lo sportello ANAP, oltre a fare le telefonate giornaliere, verifica se il socio può prenotare in autonomia l’appuntamento per l’iniezione anti-Covid. Quindi, qualora egli rientri all’interno delle categorie stabilite dalle Aziende ULSS anche per i richiami, offre questo servizio, che è molto apprezzato. 

“E dopo avere fatto il vaccino – aggiunge Pellizzari-, sentiamo i soci per sentire come stanno, come è andata l’organizzazione, se ci sono stati intoppi. In questo modo, diamo loro voce, possiamo dire di rappresentarli, anche per migliorare l’organizzazione della sanità pubblica locale, un patrimonio da difendere e valorizzare. Insomma, non stiamo ad aspettare le loro chiamate: facciamo noi il primo passo.”

 “Ci sono tanti modi – continua Pellizzari- di fare rappresentanza e sindacato e aiutare gli anziani soli. Noi abbiamo scelto la cura delle relazioni e il fare concreto, proprio da artigiani, attraverso un servizio, quello delle prenotazioni, che risponde a un’esigenza molto importante per i nostri anziani. Infatti, per lo più faticano a usare le tecnologie digitali e come associazione siamo ben organizzati per poterli aiutare. Ad esempio, da noi i soci possono fare lo SPID”.
Sul fronte delle tecnologie informatiche, peraltro, ANAP è impegnata con le “palestre digitali”, una serie di incontri trasmessi su YouTube e Facebook con esperti che spiegano in modo facile come entrare in questo mondo e come utilizzare questi importanti strumenti. Un’iniziativa che si svolge in collaborazione con il DIH (Digital Innovation Hub) di Confartigianato Imprese Vicenza. 

“Il nostro essere vicini, attraverso le chiamate quotidiane, ci aiuta a capire cosa possiamo fare per dare voce agli anziani, anche a coloro che sono soli e che faticano a trovare qualcuno che li rappresenti. Quindi, ci sentiamo utili, traducendo nel concreto il concetto di ‘invecchiamento attivo’. Aiutarci l’un l’altro è uno sforzo che dovremmo fare tutti: se questo virus ci ha costretto a chiuderci in casa, la vicinanza dev’essere un impegno non solo delle istituzioni e delle organizzazioni del territorio”, conclude il presidente.

Qualsiasi socio può telefonare allo Sportello ANAP (0444/168314, da lunedì a venerdì ore 8-13) o scrivere all’indirizzo email: angolopensionato@confartigianatovicenza.it 

Per quanto riguarda il sevizio di prenotazioni per la vaccinazione, l’Associazione prenota, in accordo con il socio, l’appuntamento e invia la notifica dell’avvenuta prenotazione e la documentazione necessaria per presentarsi all’appuntamento.

Scarica locandina “Vaccinazioni Covid”

    Nome e Cognome *

    Email *

    Cell *

    Il tuo messaggio *

    Inviando questo form, acconsento al trattamento della privacy e mi impegno a leggere tutte le condizioni di questo sito, indicate nella pagina web privacy.