simulatore bolletta

Simulatore del costo dell’energia elettrica e del gas per il 2022

IL CAEM mette a disposizione un simulatore per verificare la possibile spesa mensile dell’energia elettrica e del gas per il 2022

L’aumento dei costi dell’energia elettrica e del gas ha toccato livelli mai visti. Nel 2021 le tariffe dell’elettricità e del gas hanno visto continui aumenti e si prevede che nel 2022 si confermino tariffe molto alte rispetto al passato. In particolare gli indicatori della borsa elettrica segnalano che fino al mese di marzo il PUN (utilizzato per le tariffe indicizzate) sicuramente non vedrà cali.

Il consorzio CAEM, struttura di riferimento di Confartigianato Vicenza, che si occupa di negoziare le tariffe per i consorziati, ha realizzato un simulatore per la verifica della potenziale spesa mensile nel 2022 relativa al costo dell’energia elettrica e del gas. L’obiettivo è quello di permettere alle imprese di stimare la spesa mensile per il 2022 relativamente ai costi energetici. Non si può escludere che la spesa mensile risultante dalla simulazione possa subire modifiche dopo i primi mesi dell’anno.

La simulazione si basa sui prezzi stabiliti dalla borsa elettrica riferiti a specifico mese (nel mese di novembre si considerano i prezzi stabiliti in ottobre).

L’utilizzo del simulatore è suggerito soprattutto per quelle imprese che hanno forniture con tariffe indicizzate oppure per coloro che devono definire nuovi contratti di fornitura. Chi già utilizza forniture di gas o di energia elettrica con tariffe fisse non necessita di simulazioni sulla crescita delle stesse, in quanto quelle attuali rimangono in vigore fino alla cessazione della durata contrattuale.

Come utilizzare il simulatore per i consorziati CAEM

  1. La prima schermata propone visivamente la scelta della simulazione (energia elettrica o gas)
  2. La seconda schermata chiede, in ragione della scelta fatta di inserire il POD o il PDR (riportati in bolletta)
  3. La terza schermata propone in automatico il codice POD o PDR e la spesa media mensile presunta che l’azienda andrà a pagare per la materia energia o gas maggiorata dello spread – cliccando “avanti” si va alla quarta schermata che è un ringraziamento e un rimando ad un’altra simulazione se desiderata.
  4. A seguito di quanto sopra e dopo avere cliccato “avanti” nella quarta schermata, verrà inviata in automatico una mail al consorziato, con il riepilogo di alcune informazioni fra cui la spesa mensile potenzialmente prevista per il 2022 e quella riscontrata nel 2021.

Come utilizzare il simulatore per soci di Confartigianato Vicenza ma non forniti tramite CAEM

  1. La prima schermata propone visivamente la scelta della simulazione (energia elettrica o gas)
  2. La seconda schermata chiede, in ragione della scelta fatta di inserire il POD o il PDR (riportati in bolletta)
  3. La terza schermata nel caso dell’energia elettrica chiede di inserire i consumi mensili in F1, F2, F3 e se l’azienda è in bassa o media tensione. Nel caso del gas viene chiesto il consumo medio mensile invernale
  4. La quarta schermata nel caso dell’energia elettrica propone il POD in automatico e la spesa mensile presunta che l’azienda andrà a pagare per la materia energia maggiorata dello spread – e chiede se l’utente vuole ricevere la simulazione per posta elettronica. Stessa cosa per il gas “materia energia maggiorata dello spread” con la richiesta se l’utente vuole ricevere la simulazione per posta elettronica.
  5. A seguito della richiesta di ricevere la simulazione per posta elettronica, verrà inviata in automatico all’utente, dal CAEM, una comunicazione con la simulazione sulla spesa mensile presunta. Nella stessa comunicazione è previsto un “clicca qui” per ricevere ulteriori informazioni
  6. Si propone quindi una nuova schermata nella quale deve essere compilato un form con alcune informazioni da riportare.). Sarà compito dell’associazione o del CAEM contattare le imprese che hanno chiesto il contatto.