Giovedì 12 maggio a Thiene appuntamento per la presentazione di “Obiettivo Capitale Umano” iniziativa di Confartigianato Vicenza per favorire la crescita, o l’inserimento, del personale in azienda

Comunicato 71 – 6  maggio 2022

Giovedì 12 maggio è in programma a Thiene (in Villa Fabris alle ore 17.30) il terzo di cinque appuntamenti programmati da Confartigianato Imprese Vicenza sul territorio per presentare il nuovo percorso “Obiettivo Capitale Umano” dedicato alle aziende. Per le imprese artigiane sta diventando sempre più difficile reperire professionalità adeguate da inserire in azienda sia perché sono cambiate le modalità di lavoro, sia per le nuove competenze richieste nei processi produttivi, sia per il calo demografico. In questo contesto, procedere con assunzioni sbagliate, inserendo dipendenti poco produttivi, può rivelarsi costose sia finanziariamente che per la reputazione di un’azienda. Partendo da queste considerazioni Confartigianato Vicenza ha creato il percorso “Obiettivo Capitale Umano”, in collaborazione con Cesar, ente di formazione di Confartigianato, e con Manpower quale partner tecnico, per offrire agli imprenditori gli strumenti per individuare i reali bisogni di risorse umane, affrontare la ricerca del personale e per trattenere, valorizzare e gratificare, il personale già attivo.

Il progetto InnovationLab e Palestre Digitali del Veneto vince il primo premio della categoria “Digitale per Tutti” nella prima edizione del Premio Nazionale per le Competenze Digitali

Comunicato 69 – 5 maggio 2022

Il progetto “Innovation Lab e Palestre Digitali del Veneto” si è aggiudicato il primo posto assoluto nella categoria “Digitale per tutti” nella prima edizione del Premio Nazionale per le Competenze Digitali, promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitalenell’ambito di Repubblica Digitale e sviluppato con il supporto di Formez PA. 

Una bella soddisfazione per il progetto che vede il DIH – Digital Innovation Hub di Confartigianato Imprese Vicenza – accanto alle amministrazioni comunali vicentine, e all’Agenda Digitale della Regione Veneto, impegnati in tre iniziative (Vicenza InnovationLab, Pallades e AVATAR) proprio con il preciso intento di trasferire la cultura digitale nel quotidiano di cittadini, giovani e imprese.

L’occupazione vicentina cresce nel 2021 ma non tocca i livelli del 2019

Imprese più strutturate, nuove professionalità e competenze adeguate. Uno sguardo ai giovani ma anche alla riqualificazione di chi è già in azienda

Comunicato 67 – 29 aprile 2022

In linea con il trend regionale i dati dell’occupazione vicentina 2021 recuperano sul 2020 ma restano sotto i livelli del 2019. Dai dati elaborati dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Vicenza, infatti, nel 2021 gli occupati sono aumentati del 5,5% rispetto al 2020 (+16mila unità) ma non hanno recuperato i livelli pre-pandemia del 2019 (-1,8%) cumulando un calo di 6mila700 posti di lavoro. 

Rispetto al 2019 sono in particolare difficoltà gli indipendenti che registrano un -10,3%, mentre i dipendenti hanno recuperato i livelli pre crisi (+0,6%). A livello settoriale tiene il manifatturiero esteso (-0,4%) mentre sono in ritardo sia le Costruzioni che i Servizi. L’analisi dei principali indicatori del mercato del lavoro, indica per il 2021 il tasso di occupazione (15-64 anni) a 66,6%, superiore al tasso regionale che è pari a 65,7%, che migliora crescendo di 2,9 punti percentuali rispetto al 2020 ma rimane inferiore di 1,5 punti rispetto al livello del 2019. Interessante notare come la componente femminile in provincia abbia recuperato meglio (-0,6 punti del tasso di occupazione) di quella maschile (-2,4 punti percentuali).

Il presidente Cavion sulla Festa dei Lavoratori: “Le risorse umane sono un elemento prezioso e vitale per gli artigiani”

Comunicato 66  – 29 aprile 2022

In occasione della ricorrenza della Festa dei Lavoratori, il presidente di Confartigianato Impese Vicenza, Gianluca Cavion, sottolinea come “Il 1° maggio ci riconferma ogni anno quanto siano preziose le persone, qualsiasi sia il loro ruolo, in ogni realtà aziendale. In particolare, nelle micro e piccole imprese tutti rappresentano una parte fondamentale del processo di crescita e sviluppo dell’attività artigianale fatta di cura, di dettaglio, di personalizzazione. Per sua natura e dimensioni, infatti, l’impresa artigiana è un’impresa di tipo familiare, un tempo in senso stretto oggi in senso allargato: ovvero ogni componente è parte integrante dell’azienda condividendo con l’imprenditore i processi di crescita e rinnovamento della stessa. Ricordo anche che molti artigiani, quelli che noi per primi abbiamo definito Maestri, hanno accompagnato alcuni elementi della propria squadra lungo percorsi di crescita personale e professionale al punto da farne nuovi imprenditori. Maestri orgogliosi dei propri ‘allievi’ e mai preoccupati di un nuovo possibile concorrente ma certi che una nuova impresa nel tessuto produttivo porti benessere e sia un elemento fondamentale della comunità territoriale”.

Giovedì 5 maggio a Bassano appuntamento per la presentazione di “Obiettivo Capitale Umano” iniziativa di Confartigianato Vicenza per favorire la crescita, o l’inserimento, del personale in azienda

Comunicato 64 – 28  aprile 2022

Giovedì 5 maggio è in programma al Museo Civico di Bassano del Grappa (ore 17.30) il secondo di cinque appuntamenti programmati da Confartigianato Imprese Vicenza sul territorio per presentare il nuovo percorso “Obiettivo Capitale Umano” dedicato alle aziende. Per le imprese artigiane sta diventando sempre più difficile reperire professionalità adeguate da inserire in azienda sia perché sono cambiate le modalità di lavoro, sia per le nuove competenze richieste nei processi produttivi, sia per il calo demografico. In questo contesto, procedere con assunzioni sbagliate, inserendo dipendenti poco produttivi, può rivelarsi costose sia finanziariamente che per la reputazione di un’azienda. Partendo da queste considerazioni Confartigianato Vicenza ha creato il percorso “Obiettivo Capitale Umano”, in collaborazione con Cesar, ente di formazione di Confartigianato, e con Manpower quale partner tecnico, per offrire agli imprenditori gli strumenti per individuare i reali bisogni di risorse umane, affrontare la ricerca del personale e per trattenere, valorizzare e gratificare, il personale già attivo.

La mobilità nel Vicentino: strumenti e sfide. Incontro a Lonigo il 10 maggio

Confartigianato presenta uno studio realizzato dall’Università La Sapienza di Roma e Bicocca di Milano

Comunicato 70 – 6 maggio 2022

Il tema della mobilità, di persone e di merci, è argomento all’attenzione tanto delle istituzioni che di imprese e cittadini. Per trovare quindi strategie e soluzioni, anche in chiave sostenibile, è quanto mai necessario far interagire i diversi attori coinvolti. Lo fa Confartigianato Imprese Vicenza da qualche anno con CI.TE.MO.S. (Festival Città Tecnologie Mobilità Sostenibile). Così, partendo dal Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS) di cui si doterà la città di Vicenza, un nuovo importante strumento di programmazione delle politiche e degli interventi per la creazione di un sistema socio territoriale ed economico delle infrastrutture, l’Associazione ha promosso uno studio con due Università (La Sapienza di Roma e la Bicocca di Milano). Obiettivi dello studio: analizzare la mobilità del sistema locale delle piccole e medie imprese e valutare possibili spazi e opportunità di investimento e azione da parte delle imprese del territorio offerte dal PNR (Programma Nazionale per la Ricerca) in un’ottica di ricerca e sviluppo per la mobilità.

Imprese manifatturiere vicentine campionesse venete di sostenibilità, l’89% ha realizzato almeno un’azione sostenibile

Bortolotto (Moda): “Molti artigiani già percorrono questa strada in maniera spontanea, ma è sempre più necessario avere in azienda figure competenti sul tema”.

Comunicato 68 – 3 maggio 2022

Quello della sostenibilità è uno dei temi sui quali Confartigianato Imprese Vicenza ha posto la sua attenzione da qualche anno con la consapevolezza che molti dei settori dell’artigianato ne sono direttamente, o indirettamente coinvolti, e che si tratta di un argomento sempre più all’ordine del giorno nei diversi contesti economici e politici.

Un tema sul quale anche le imprese si interrogano mettendo in atto azioni che riducono, ad esempio, l’impatto delle proprie attività. A imboccare questa strada, spiega l’Ufficio Studi dell’Associazione analizzando i dati Istat del Censimento permanente delle imprese, in provincia di Vicenza sono 3 imprese manifatturiere su 4, pari al 74,9%. Ancora, se si amplia il concetto di sostenibilità, considerando oltre a quella ambientale anche la responsabilità sociale e la sicurezza, la quota di imprese vicentine che hanno realizzato almeno un’azione di sostenibilità sale all’89%, valore più alto tra le province venete. I dati a livello regionale poi permettono di rilevare che la sostenibilità riguarda anche le micro e piccole imprese: in Veneto il 70,9% delle MPI manifatturiere compiono azioni per ridurre il proprio impatto ambientale, a fronte dell’82,9% delle medie e grandi imprese. Le principali motivazioni di questa scelta sono la reputazione verso i clienti e i fornitori e il fatto che faccia parte della strategia o mission dell’azienda stessa.

Pums, presentato lo studio condotto per Confartigianato dalle università La Sapienza di Roma e Bicocca di Milano

Vicesindaco Celebron: “Il documento entrerà a far parte del Piano urbano della mobilità sostenibile del Comune di Vicenza”.

Si è tenuta questa mattina nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino la presentazione del documento prodotto per Confartigianato Imprese Vicenza dalle Università La Sapienza di Roma e Bicocca di Milano quale stimolo e supporto al Pums, Piano urbano della mobilità sostenibile del Comune di Vicenza.

Erano presenti il vicesindaco con delega alla mobilità Matteo Celebron, il presidente di Confartigianato Imprese Vicenza Gianluca Cavion e Matteo Colleoni, professore ordinario all’Università Bicocca di Milano (Mobilità e trasformazioni urbane) che ha contribuito alla realizzazione del documento.

Le fonti energetiche nel quadro geopolitico internazionale

Come influisce la guerra in ucraina e quali possono essere gli scenari futuri Confartigianato propone un webinar mercoledì 4 maggio (ore 17.00).

Comunicato 65  – 28 aprile 2022

Negli ultimi mesi è emerso con evidenza il problema dell’approvvigionamento del gas e dell’energia con i relativi costi a incidere in maniera importante sulle voci di spesa delle imprese e delle famiglie. Da mesi Confartigianato Imprese Vicenza denuncia come questi incredibili e imprevedibili aumenti delle tariffe stiano mettendo a dura prova la tenuta del sistema imprenditoriale, in particolar modo artigiani e piccoli imprenditori. E, ad una situazione già difficile, da febbraio si è aggiunto il conflitto in Ucraina che ha messo in evidenza le debolezze di approvvigionamento energetico del nostro Paese. In queste ultime settimane si parla con insistenza di blocco delle forniture di gas dalla Russia, per le quali si è aperto un importante dibattito nell’ambito della Comunità Europea, nello stesso tempo il Governo si sta muovendo per trovare accordi con altri paesi per riequilibrare la dipendenza dal gas russo.

Premio Nazionale per le Competenze Digitali nell’ambito di Repubblica Digitale: il progetto InnovationLab, che vede il DIH di Confartigianato a fianco delle PA, conquista la giuria popolare. Il 28 saranno decretati i vincitori

Comunicato 63 – 22  aprile  2022

Con 1500 voti  progetto InnovationLab si aggiudica il primo posto nella votazione popolare del Premio Nazionale per le Competenze Digitali, sotto categoria “Digitale per tutti”, e il terzo posto assoluto tra tutti i 120 progetti presentati a livello nazionale di questa prima edizione dell’iniziativa promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitalenell’ambito di Repubblica Digitale e sviluppata con il supporto di Formez PA. Con il ‘tesoretto’ dei voti popolari inoltre InnovationLab si colloca così tra i ventidue progetti finalisti che saranno sottoposti al vaglio di una giuria di esperti, oltre ad essere in pole position per la menzione speciale “Il più votato dal pubblico on line” (sono stati 13.000 in totale i voti raccolti dai progetti).