Cig dipendenti imprese artigiane. Venzo (Confartigianato): “Inaccettabile ritardo. Da 37 giorni in attesa risorse stanziate”

“É inaccettabile –  dichiara Sandro Venzo, delegato alle politiche del lavoro di Confartigianato Imprese Vicenza – il ritardo immotivato nel trasferimento delle risorse stanziate dal DL Rilancio per le prestazioni di sostegno al reddito per i dipendenti delle imprese artigiane. Dal 19 maggio è trascorso più di un mese e i soldi non sono ancora arrivati al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato che è pronto, da allora, ad erogarli ai lavoratori in sospensione dal lavoro ‘per Covid-19’”.

Bene la proroga al 20 luglio del versamento delle imposte sui redditi e dell’IVA in scadenza il 30 giugno, per dare sollievo alle aziende nella fase post lock down

“Un’altra piccola goccia che però, assieme ad altri provvedimenti come i contributi a fondo perduto, può servire ad allentare il peso di un lockdown lungo e pesante per le aziende”. Questo il primo commento da parte del presidente di Confartigianato Imprese Vicenza all’annuncio del Ministero dell’Economia e delle Finanze dell’arrivo di un nuovo provvedimento per limitare l’impatto dell’emergenza COVID-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari. Il Ministero, infatti, annuncia che è in corso di emanazione il DPCM che proroga il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario.

Promozione ed e-commerce su WeChat, utilizzata da un miliardo di utenti cinesi, grazie a un nuovo servizio studiato su misura da Confartigianato Vicenza

Confartigianato Imprese Vicenza in collaborazione con il Desk Cina propone alle imprese un nuovo servizio che prevede promozione on line, soluzioni e-commerce e pagamenti online sulla piattaforma di WeChat.
WeChat è la piattaforma digitale utilizzata, ogni giorno, da oltre un miliardo di utenti, in Cina. Più che una app è un ecosistema nel quale gli utenti cinesi possono svolgere una gran parte delle loro attività quotidiane sfruttando la piattaforma in connessione costante non solo con utenti, ma anche con aziende, servizi, produttori.

Il Mandamento Confartigianato di Vicenza plaude la scelta del Comune di Vicenza di applicare una riduzione della TARI per le imprese

Facco: “Accolta la nostra richiesta di non gravare sulle attività economiche in fase di ripresa”

L’istanza di Confartigianato Imprese Vicenza di individuare strumenti utili a mitigare gli effetti economici sulle aziende, derivanti dall’emergenza epidemiologica nel periodo di lockdown 2020, non è rimasta inascoltata nel Comune di Vicenza.

“Una delle tasse a scadenza periodica, che a nostro avviso andava assolutamente rinviata, rimodulata, annullata era la TARI – afferma il Presidente del Mandamento di Confartigianato Vicenza, Maurizio Facco -. Se il principio è quello di “chi inquina paga” in questo caso, chi ha visto la propria attività chiusa per settimane o mesi, ha sicuramente inquinato di meno”.

Opportunità per le aziende di essere presenti nella più grande “fiera” on line B2B al mondo: al via la collaborazione tra Confartigianato Vicenza e Alibaba.com

Una nuova opportunità per le aziende di trasformare il proprio business in chiave digitale ed espandersi sui mercati internazionali, soprattutto in questo momento in cui spostarsi o organizzare eventi fisici resta ancora difficile. Consapevole delle potenzialità del web e dell’innovazione digitale, Confartigianato Imprese Vicenza, attraverso il suo DIH- Digital Innovation Hub, ha annunciato di aver avviato una collaborazione con uno dei maggiori marketplace online B2B al mondo: Alibaba.com. 

Tra le poche in Italia e unica nell’area Nord Est del Paese, l’iniziativa ha l’obiettivo di portare le realtà imprenditoriali a posizionarsi su Alibaba.com, la più grande “fiera” B2B online attualmente disponibile, che connette oltre 18 milioni di buyers con 200.000 aziende esportatrici, e raggiunge 190 paesi nel mondo. 

#Covid?FalloSecco! campagna social di Confartigianato che invita a rivolgersi alle lavanderie di fiducia per garantire la sanificazione dei capi

Contro il Covid-19 è importante una corretta pulizia dei capi. Il lavaggio, sia in acqua con normali detergenti, oppure a secco, presso le lavanderie professionali, è certamente una buona prassi, in grado di rispondere alle esigenze di sanificazione. A ribadirlo è stata, nei giorni scorsi, una circolare della Direzione Generale Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute. In Veneto sono quasi mille i laboratori in prima linea per fornire ai clienti servizi altamente professionali e qualificati ed oggi fondamentali ad una sanificazione utile al contenimento del contagio. 

Zen (Confartigianato) sulle modifiche del calendario fieristico del settore orafo: “Comprensibili le difficoltà. Speriamo che l’evento VOICE, in sostituzione della tradizionale manifestazione autunnale, possa infondere entusiasmo tra le aziende”

 Anche il calendario delle manifestazioni fieristiche dedicate al settore dell’oreficeria, uno dei più importanti nel vicentino, cambia a causa dell’emergenza sanitaria. IEG Italian Exhibition Groupha fatto infatti sapere che salta l’appuntamento autunnale di VicenzaOro e al suo posto viene proposto un nuovo format espositivo. L’evento, che si svolgerà dal 12 al 14 settembre, si chiamerà VOICE – Vicenzaoro International Community Event e sarà il primo appuntamento dedicato al comparto, in attesa di Vicenzaoro January in programma a inizio dell’anno prossimo. Si tratterà di un nuovo format espositivo, a metà tra una fiera ed un evento, dove le imprese esporranno e la community del comparto discuterà lo stato dell’arte del settore e le prossime sfide che dovrà affrontare.

I dati di maggio rilevano una ripresa delle attività economiche

Venzo: “Prime evidenze incoraggianti sui prossimi mesi pesa l’incognita commesse”

Prime evidenze dell’attività imprenditoriali dall’uscita dell’emergenza sanitaria. 
Dai dati rilevati da Confartigianato Imprese Vicenza, ricavati dai cedolini paga e relativi a 2.080 aziende che occupano 13mila dipendenti, emerge che la quota di imprese che hanno utilizzo ammortizzatori sociali si è praticamente dimezzata passando dall’88,6% di aprile al 42,4% di maggio. Analogamente si riduce anche la platea dei dipendenti coinvolti: erano il 37,1% ad aprile scesi al 21,4% in maggio. Ancora, aumentano le ore lavorate, e cala il peso degli ammortizzatori sociali: ad aprile solo il 39% delle ore erano effettivamente lavorate mentre un ulteriore 31,1% veniva coperto con gli ammortizzatori; a maggio la quota di ore effettivamente lavorate sale al 73,5% e si dimezza la quota di ore coperte da ammortizzatori sociali che scende al 10,2%.
Altra evidenza sono i trend del ricorso alle ferie, alla cassa integrazione e all’impiego di straordinari. Nel caso delle prime due voci, le ore di ferie pesavano il 6.9% in aprile mentre rappresentavano il 2% in maggio; quanto alla cassa integrazione il peso è sceso dal 31.1% di aprile al 10.2% di maggio. Relativamente alle ore di straordinario, rilevate sui lavoratori monitorati esse son aumentate del 169% da aprile a maggio. 

Per superare il difficile momento, il settore orafo punta su competenze e mercati europei, e guarda ai prossimi appuntamenti fieristici autunnali con fiducia

Zen: “Servono comunque, da parte delle diverse istituzioni, energie e risorse necessariamente straordinarie”

La crisi economica conseguente all’emergenza legata al Coronavirus sta lasciando pesanti segni. L’analisi dell’Ufficio Studi di Confartigianato degli indici della produzione manifatturiera nei primi venti settori per occupazione nelle imprese artigiane, evidenzia che a marzo, tra i comparti della moda che presentano i cali più pesanti di produzione, c’è il settore della gioielleria con un -57,4%. Un calo della produzione effetto della sospensione delle attività e dell’interruzione delle filiere nazionali e internazionali che, a seguito dell’emergenza sanitaria, hanno assottigliato la domanda. 

Contributo a Fondo Perduto e Fondo di Garanzia, la soddisfazione di Bonomo: “Bene che la tempistica del primo sia stata rispettata e che per l’altra misura siano stati alzati il tetto di finanziamento a 30mila euro e la durata a 10 anni”

“Dopo tanta incertezza su molte misure, questa volta l’Agenzia delle Entrate si è dimostrata puntuale nei nuovi impegni”, commenta Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Imprese Vicenza in merito al provvedimento attuativo per l’erogazione del contributo a fondo perduto previsto dall’articolo 25 del decreto rilancio (Dl 34/2020). Un provvedimento con cui l’Agenzia disciplina modulistica, termini e modalità di predisposizione delle domande. La richiesta del contributo potrà poi essere trasmessa in via telematica dal pomeriggio di lunedì 15 giugno e fino al 13 agosto.  Confartigianato Imprese Vicenza, intermediario abilitato per l’invio delle domande per conto delle imprese, tramite l’Area Gestione d’impresa è disponibile ad assistere le stesse nell’iter di presentazione della richiesta e ricorda che il contributo spetta alle aziende e ai lavoratori autonomi in attività alla data di presentazione della domanda, che hanno conseguito nel 2019 ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro e che, in aprile, hanno registrato un calo di fatturato superiore al 33% rispetto al mese di aprile 2019.
“I nostri sforzi, il nostro impegno, sono stati quindi premiati. Ma il rispetto della tempistica per il contributo a fondo perduto non è l’unica buona notizia di questi giorni”, continua Bonomo.