Energia elettrica: il Ministro Cingolani prevede l’aumento del 40% delle tariffe nel 4° trimestre 2021

Cavion (Confartigianato): “È il momento di abbattere gli oneri di sistema di aziende e famiglie”

Comunicato 126 – 15 settembre 2021

“Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo trimestre aumenterà del 40%, queste cose vanno dette, abbiamo il dovere di affrontarle”: ha lasciato il segno l’affermazione del Ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani. Sostanzialmente, ha anticipato quello che probabilmente verrà deciso da ARERA, l’Autorità per l’Energia e il Gas, ovvero che le utenze domestiche e le imprese che sono ancora nel mercato di maggior tutela, dal mese di ottobre a dicembre andranno a pagare il 40% in più in bolletta rispetto al trimestre precedente.

Ristoratori: incontro in Confartigianato a Bassano del Grappa sulla situazione del comparto con la sen. Guidolin (M5S)

Comunicato 124 – 7 settembre 2021

Sostegni e attenzione alle attività di ristorazione, nonostante il periodo estivo abbia indiscutibilmente registrato un cambio di tendenza rispetto alla prima parte dell’anno: di questo si è parlato in un nuovo incontro svoltosi lunedì 6 settembre nella sede Confartigianato di Bassano del Grappa, alla presenza della senatrice Barbara Guidolin (M5S), di Alessandro Milani e Cristian Malinverni (rappresentante territoriale e provinciale della categoria Ristoranti e Bar di Confartigianato Imprese Vicenza).

Sulla liberalizzazione del mercato elettrico il CAEM (che conta oggi 8mila consorziati) mette a servizio la sua esperienza sia per le imprese che per le utenze domestiche

Comunicato 122 – 24 agosto 2021

Nuova tappa verso la definitiva liberalizzazione del mercato elettrico. Dal primo luglio 2021 tutte le piccole imprese e le microimprese, queste ultime con potenza superiore a 15kW, per la fornitura di energia elettrica sono passate automaticamente nel mercato libero tramite il servizio definito a Tutele Graduali che, nel caso del Veneto, è stato affidato alla società lombarda A2A energia. Non saranno quindi più fornite dalla società Servizio Elettrico Nazionale. Il prossimo passaggio sarà a gennaio 2023 quando saranno le imprese con potenza contrattualmente impegnata fino a 15 kW, a passare in automatico con il fornitore che vincerà l’asta territoriale che verrà avviata presumibilmente nel 2022. 

Continua il trend positivo dell’e-commerce: sempre più imprese artigiane vendono anche on line, aumenta il commercio con l’estero e il rapporto con i buyers.

Veller: “Con il Pnrr nuova opportunità per la transizione digitale”.

Comunicato 120 – 18 agosto 2021

Continua la corsa dell’e-commerce anche nel settore dell’artigianato. Le dinamiche che normalmente si evolvono in cinque anni sono state fortemente accelerate dal lock down dello scorso anno portando migliaia di aziende artigiane, nella sola provincia di Vicenza, ad attivare modalità di vendita online. Un trend che continua ancora, come rilevato dai dati raccolti dalle 100 aziende che si avvolgono dei servizi offerti dal Digital Innovation Hub di Confartigianato Imprese Vicenza. 

Le imprese artigiane e la ricerca del personale. Tanti fattori incidono, ma resta primaria la necessità di adeguati sistemi di formazione (di giovani, disoccupati e degli stessi lavoratori) e la valorizzazione dell’apprendistato

Comunicato 118 – 12 agosto 2021

Con le imprese in ripresa emerge con maggior evidenza la problematicità legata alla mancanza di profili professionali qualificati che rispondano ai loro fabbisogni e ne consolidino la competitività anche nei mercati esteri.

“C’è un evidente gap tra offerta e domanda di lavoro che da tempo come Associazione abbiamo messo in evidenza e che in questa fase di ripartenza può davvero diventare penalizzante”, commenta Nerio Dalla Vecchia, vice presidente di Confartigianato Imprese Vicenza.
Un tema, quello delle professionalità mancanti, legato a diversi fattori: “Il primo è demografico, quella italiana è una società in cui ci sono pochi giovani. Il secondo è che tanti di quei giovani non hanno, come detto, le competenze richieste dalle imprese. Il sistema Italia poi risulta poco attrattivo verso figure qualificate, anche provenienti da altri Paesi, rispetto, ad esempio, della Germania”, aggiunge Dalla Vecchia. 

Fotovoltaico: c’è un’alternativa al consumo di suolo

Secondo uno studio condotto dal Digital Innovation Hub di Confartigianato Vicenza e ARPAV basta installare i pannelli sui tetti dei capannoni industriali e artigianali 

Comunicato 125 – 8 settembre 2021

È stato recentemente presentato il rapporto nazionale “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici. Edizione 2021”, curato da ISPRA – Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale e dalle agenzie regionali per la protezione ambientale. Nel rapporto non manca il capitolo dedicato al Veneto e curato da ARPAV, nel quale ampio spazio viene dedicato al tema del fotovoltaico e a uno studio condotto al riguardo dal DIH di Confartigianato Vicenza.

Sviluppare competenze, promuovere talenti. L’articolata proposta dell’Academy Confartigianato Vicenza edizione 2021-2022

Dalla sostenibilità, al digitale, dai laboratori creativi, dal passaggio generazione alla tempesta di cervelli. Percorsi per studenti, docenti e imprenditori.

Comunicato 123 – 26 agosto 2021

L’Academy di Confartigianato Vicenza riprende con l’edizione 2021/2022 e propone percorsi formativi che si allineano con lo scenario socio economico contemporaneo. Contenitore formativo permanente, dedicato a studenti e docenti di ogni livello scolare, l’Academy permette di acquisire alcune competenze di base attraverso il metodo learning by doing.  

La generazione Z, il capitale umano del futuro, va preparato al cambiamento e messo nelle condizioni di interpretare le grandi sfide che il mercato del lavoro impone. Questo il punto di partenza di Confartigianato Vicenza che, nel tempo, ha sempre cercato di ridurre la distanza tra il mondo dell’educazione e quello del lavoro creando punti di incontro e collegamento, oggi quanto più necessari.

Le imprese della Moda del Mandamento di Noventa cercano figure professionali da inserire in azienda. Da Confartigianato la proposta: avviare corsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) all’Istituto Masotto

Comunicato 121 – 20 agosto 2021

Il settore Moda nonostante un difficile 2020 ha voglia di ripartire ma, come altri comparti, si trova a far di conto con la carenza di figure qualificate da inserire in azienda. Da qui l’iniziativa del Mandamento Confartigianato di Noventa per comprendere le reali esigenze delle aziende e proporre azioni concrete.

“Da oltre un anno stiamo lavorando per verificare, con le aziende associate del territorio, il fabbisogno di figure professionali nel sistema moda nel breve medio periodo di 3/5 anni – spiega Riccardo Barbato, presidente del Mandamento-. Abbiamo così avviato un’indagine per partire da dati reali e proporre azioni concrete”.

Credito d’Imposta in Ricerca e Sviluppo: ridotta la percentuale del credito d’imposta, aumentate “le carte” da presentare, metodo di sanzione non chiaro. E le imprese si chiedono se ne vale la pena.

Comunicato 119 – 16 agosto 2021

Brutta sorpresa per le imprese che guardano agli investimenti in Ricerca e Sviluppo per il consolidamento o, come è probabile in questo periodo, per il rilancio dell’attività.  A partire dal periodo di imposta 2020 infatti le cose cambiano: il credito di imposta per tali spese cala nella percentuale (6% per innovazioni di prodotto e processo, 10% per transizione digitale ed ecologica), è richiesta una asseverazione tecnica al progetto di ricerca (prima previsto in forma libera), il credito può essere utilizzato in compensazione in tre quote annuali di pari importo (non più in unica quota). Varata circa 10 anni fa, la misura fino al 2019 prevedeva un credito del 50% delle spese sostenute in Ricerca e Sviluppo, l’utilizzo di detto credito in un’unica soluzione, fino ad esaurimento, quindi in genere in compensazione per le imposte e i tributi nell’anno successivo a quello di competenza delle spese.

È Domenico Ferron il nuovo presidente della Categoria Elettricisti e Antennisti: “Formazione e spirito di gruppo sono elementi essenziali per affrontare le sfide future”

Comunicato 117 – 10 agosto 2021

È Domenico Ferron il nuovo presidente della categoria Elettricisti e Antennisti di Confartigianato Imprese Vicenza. Ferron, 59 anni, una qualifica di elettromeccanico, è titolare dell’impresa Di-Effe Impianti con sede a Noventa, attiva sul mercato da quasi quarant’anni, che occupa una decina di persone. 

Il neo presidente vanta una lunga esperienza sul campo sempre attento a cogliere le novità di un mercato in continuo divenire. Dal 2008 milita in Confartigianato in qualità di rappresentante di categoria nel Mandamento di Noventa, mentre a livello provinciale ha fatto parte della consulta di Categoria e a livello regionale è stato membro del direttivo di mestiere. Dal 2016 fa parte anche della Giunta Mandamentale.