BASSANO DEL GRAPPA

“ViArtour”: da Confartigianato la proposta di itinerari parte dal Ponte di Bassano. Primi appuntamenti dal 5 giugno

Alla scoperta delle botteghe artigianali, delle bontà enogastronomiche, delle bellezze naturali e delle curiosità culturali della provincia

29 maggio 2021

Con gli itinerari a giugno nel bassanese prende il via il calendario degli appuntamenti di ViArtour nuovo progetto di promozione turistica di Confartigianato Imprese Vicenza, che propone esperienze insolite di visita nel territorio vicentino a contatto con gli artigiani e le loro produzioni. Proprio l’artigianato, infatti, quello caratteristico e identitario di una zona, è uno dei motivi di forte attrattiva per il turista che ama vivere esperienze uniche e inedite.

Bassano, i ristoratori artigiani incontrano la sen. Guidolin

Per discutere della situazione del comparto e chiedere l’istituzione di provvedimenti rapidi e concreti

20 maggio 2021 – di Paolo Pedersini

Incontro a Bassano per il settore della Ristorazione con la senatrice Barbara Guidolin (Movimento 5 Stelle). Per Confartigianato Vicenza erano presenti Christian Malinverni (presidente dei ristoratori artigiani vicentini), Alessandro Milani (rappresentante della categoria di Bassano del Grappa) e Valentino Varotto, funzionario che segue il comparto.
La senatrice ha ribadito il suo impegno all’ascolto; ha assicurato che si farà promotrice nei tavoli di governo e dei ministeri delle richieste che le sono state presentate.

Da Confartigianato il progetto “Generazione Sostenibile”

12 novembre 2020

Se già da qualche tempo la sostenibilità è uno dei temi che tempo guidano l’azione del mondo economico nella produzione e nello sviluppo, dando vita a progetti in sintonia l’ambiente, il rispetto delle persone, la valenza del ruolo sociale delle imprese, con l’emergenza sanitaria legata al Covd 19 la sua evidenza è ‘esplosa’.

Gli artigiani di Rosà plaudono l’Amministrazione per i 170mila euro a favore delle imprese locali

La cifra arriva dal ristoro fornito dal Governo ai Comuni per le minori entrate Tari, oltre che da risorse comunali

21 maggio 2021 – di Paolo Pedersini

“Da parte di Confartigianato un plauso e un ringraziamento all’Amministrazione per i sostegni a favore delle imprese e per la sensibilità dimostrata verse la realtà produttiva che ha attraversato un difficile momento e cerca ora di riprendersi”. Con queste parole Lorena Bazzon, delegata comunale a Rosà per Confartigianato, commenta la notizia dei 170mila euro stanziati dal Comune a favore delle imprese locali.

Confartigianato, Mandamento di Bassano, Venzo: “Un plauso alle Amministrazioni che hanno sostenuto le imprese”

“Un esempio per gli altri Comuni e per chi può e deve fare di più per la ripresa del tessuto produttivo”

9 febbraio 2021

L’ultimo in ordine di tempo è stato il Comune di Rossano Veneto. L’Amministrazione, con una delibera comunale, ha previsto un rimborso della TARI 2020 alle aziende costrette alla chiusura per l’emergenza sanitaria. Sul tema Confartigianato Imprese Vicenza ha sempre mantenuto alta l’attenzione considerato che molte aziende sono penalizzate da chiusure obbligate, limiti di orari e di attività.

Confartigianato plaude ai provvedimenti dei comuni di Mussolente e Rosà a favore delle aziende

5 ottobre 2020

L’impatto del lockdown sul mondo delle imprese non è ancora scemato, anzi, c’è una “onda lunga” che facilmente farà sentire nei prossimi mesi il suo effetto negativo. Qualsiasi forma di aiuto, di esenzione e di elasticità può sostenere in questo momento le aziende, la loro economia e l’occupazione per tenere saldo il più possibile il livello di benessere di questo territorio.

Aiuti a fondo perduto alle aziende dai Comuni di Romano d’Ezzelino, Cassola e Mussolente

29 luglio 2020

Per sostenere le moltissime aziende in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, alcune Amministrazioni comunali del Bassanese hanno istituito una procedura di distribuzione di fondi. Tenendo conto del periodo di chiusura e del calo di fatturato, Romano d’Ezzelino, Cassola e Mussolente hanno destinato ingenti somme di denaro (200 mila Romano, 185 Cassola e 150 Mussolente) a fondo perduto alle aziende, per sostenere l’economia e l’occupazione del territorio.