CONFARTIGIANATO VENETO

Palazzo Chigi, foto di jimmyweee da Wikipedia

Coronavirus, nuovo Dpcm. Bonomo: “Inaccettabili la riapertura il 1° giugno di acconciatori ed estetisti e la mancanza di coerenza sul manifatturiero”

27 aprile 2020
Palazzo Chigi, foto di jimmyweee da Wikipedia

“Siamo esterrefatti. La modalità della conferenza stampa notturna, quasi indecifrabile, un Dpcm che rimanda l’apertura dell’acconciatura estetica di altri 35 giorni in modo incomprensibile ed inaccettabile di fronte a serie proposte sulla sicurezza avanzate dalla nostra organizzazione, una mancanza di coraggio nell’autorizzare la ripartenza del manifatturiero (moda, mobili e metalmeccanica) di un’altra settimana anche di fronte ad un documento Inail che ne certifica il basso rischio”.

Riapertura in sicurezza attività produttive. Bonomo: “Documento della Regione coerente con il Protocollo nazionale del 14 marzo”

21 aprile 2020

“Il documento presentato venerdì pomeriggio scorso dalla Regione Veneto costituisce un manuale per la riapertura delle attività coerente con il protocollo siglato dalle parti sociali del 14 marzo. Riteniamo importante che si proceda limitando al massimo la proliferazione di ulteriori protocolli. Abbiamo bisogno di linee chiare e semplici”.

COVID-19 – Agostino Bonomo sul decreto liquidità

10 aprile 2020

Prestiti alle imprese con garanzia dello Stato dal 90% al 100% per PMI e partite IVA; finanziamenti senza preventiva valutazione fino a 25.000 euro. Requisiti, limiti e novità sono contenuti nel testo del Decreto Liquidità, fresco di pubblicazione in Gazzetta ufficiale, che subordina però l’attivazione delle misure all’approvazione da parte dell’UE.

Accordo per l’applicazione in Veneto del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto a Roma

14 marzo 2020

Il presidente di Confartigianato Imprese Veneto, Agostino Bonomo, esprime soddisfazione per la definizione del Protocollo nazionale di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, linee guida nazionali condivise con il Governo nella persona del premier Giuseppe Conte in videoconferenza e che nella serata del 14 marzo sono state tempestivamente recepite in uno specifico accordo regionale tra la Regione del Veneto, le altre parti datoriali e CGIL, CISL, UIL.

Nuova Ordinanza Regione Veneto. Bonomo: “Concesso asporto per alimentari e un’apertura per l’edilizia. Dobbiamo fare di più anche in altri ambiti”

24 aprile 2020

Da oggi pomeriggio, 24 aprile 2020, è in vigore, su tutto il territorio regionale, la nuova ordinanza del Presidente della Regione Luca Zaia che, tra le varie novità, comprende due deroghe alle attuali restrizioni: la possibilità dell’asporto per le centinaia di imprese dell’alimentazione e una prima apertura alle opere edili anche se limitate ad interventi sul patrimonio esistente.

Bonomo (Confartigianato Imprese Veneto): “Appello a Zaia per la riapertura delle attività in grado di rispettare gli standard di sicurezza”

“Confartigianato Imprese Veneto rimane coerente con la propria posizione: la salute è una priorità assoluta, inderogabile e non negoziabile. Riconoscere questa priorità non ci solleva dall’assumerci la responsabilità altrettanto inderogabile di fare le scelte che minimizzano l’enorme danno economico che questa crisi sta creando”.

Coronavirus, Bonomo: “Salute pubblica e vita delle persone prima di tutto, ma forte attenzione nei confronti delle imprese”

10 marzo 2020

“Io come più volte ho ribadito, sono dell’idea che la salute pubblica e la vita delle persone vengano prima di tutto. E, in una crisi inedita ed estremamente fluida come quella che stiamo vivendo, ritengo che servano decisioni univoche e dettate da valutazioni scientifiche. Dopo di che l’appello che facciamo, come organizzazione di rappresentanza di decine di migliaia di imprese, è che ci sia una forte attenzione nei confronti delle imprese”.

Coronavirus, Bonomo: “Serve una linea d’azione che tuteli l’immagine dell’Italia”

1 marzo 2020

Caduta delle vendite e degli ordinativi, blocco delle attività di business, problemi di logistica, di approvvigionamento e di mancanza di personale. Le imprese artigiane e le MPI sono fortemente preoccupate per le conseguenze del Coronavirus sull’economia. Confartigianato Imprese Veneto porterà domani al tavolo regionale la voce raccolta tra le imprese artigiane.