CONFARTIGIANATO NAZIONALE

RETE IMPRESE ITALIA: DECRETO LEGGE LAVORO, FARE PRESTO E TENERE CONTO DELLE RICHIESTE DELLE IMPRESE

rete imprese italia

Rete Imprese Italia esprime forte preoccupazione per i tempi del calendario parlamentare relativi al Decreto lavoro e ribadisce la necessità che la conversione in legge tenga conto delle richieste delle imprese.
Rete Imprese Italia sottolinea, inoltre, che la proposta unitaria delle organizzazioni datoriali sul contratto a tempo determinato rappresenta una delle poche opzioni per rimettere in moto l’occupazione nel nostro Paese.

RETE IMPRESE ITALIA SU DL PAGAMENTI P.A.: IL PROVVEDIMENTO VA MODIFICATO, IMPRESE NON VIVONO DI ILLUSIONI E PROMESSE

rete imprese italia

Rete Imprese Italia, che riunisce le maggiori rappresentanze del mondo della piccola impresa, artigianato e commercio, prende posizione sul decreto pagamenti dei crediti della Pubblica Amministrazione. Oltre al danno – dicono gli esponenti – continua la beffa per le imprese che credevano e speravano in una soluzione certa del problema della soddisfazione dei loro crediti nei confronti della P.A.

CONFARTIGIANATO: IL VICENTINO CLAUDIO MIOTTO RICONFERMATO ALLA VICEPRESIDENZA NAZIONALE

Claudio Miotto, riconfermato alla vicepresidenza di Confartigianato

Claudio Miotto, riconfermato alla vicepresidenza di Confartigianato

Con l’elezione del varesino Giorgio Merletti a nuovo presidente di nazionale di Confartigianato Imprese, una importante riconferma nel ruolo di vicepresidente vicario è giunta dall’assemblea di Roma per il vicentino Claudio Miotto, che affiancherà Merletti assieme agli altri due vice, Rosa Gentile e Marco Granelli.

CONFARTIGIANATO ADERISCE ALL’INIZIATIVA VARATA A LIPSIA DALL’ALLEANZA EUROPEA: «APPRENDISTATO STRUMENTO CONTRO LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE»

«L’apprendistato è lo strumento fondamentale per avvicinare i giovani al mondo del lavoro e per trasmettere le competenze tipiche delle attività che hanno fatto grande il made in Italy nel mondo. L’Italia deve investire su questo contratto che coniuga il sapere e il saper fare, valorizzando l’approccio duale, l’alternanza scuola-lavoro, e che ha formato generazioni di lavoratori ma è stato anche la ‘palestra’ per migliaia di giovani che hanno creato a loro volta un’impresa».

ASSEMBLEA DI RETE IMPRESE ITALIA OGGI ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA DI ROMA

Quest’oggi dalle 10.30, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, si svolge l’Assemblea annuale di Rete Imprese Italia, il soggetto di rappresentanza unitario del mondo delle Pmi e dell’impresa diffusa promosso dalle cinque maggiori organizzazioni dell’artigianato, del commercio, dei servizi e del turismo: Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti.
I lavori inizieranno con la relazione del presidente di turno di Rete Imprese Italia e di Confcommercio, Carlo Sangalli, e si chiuderanno con l’intervento del Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato.

FONTI RINNOVABILI, ALLARME CONFARTIGIANATO: 57MILA IMPIANTISTI RISCHIANO LO STOP DELL’ATTIVITÀ DAL 1° AGOSTO. “MODIFICARE SUBITO IL DECRETO LEGISLATIVO 28/11”

Un’altra legge contro l’occupazione. Dal 1° agosto potrebbero trovarsi senza lavoro molti dei 57.000 installatori di impianti che operano nel settore dell’energia da fonti rinnovabili: fotovoltaico, biomasse, solare termico, pompe di calore e geotermia.

SODDISFAZIONE DI CONFARTIGIANATO: «LE NORME CONTRO I CATTIVI PAGATORI VALGONO ANCHE PER I LAVORI PUBBLICI. IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO HA RECEPITO LE NOSTRE SOLLECITAZIONI»

Giorgio Merletti, presidente nazionale di Confartigianato Imprese«Sono state recepite le sollecitazioni di Confartigianato. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato una circolare relativa ai ritardati pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni in cui si chiarisce che la nuova disciplina introdotta in attuazione della direttiva Ue n.7/2011 si applica a tutti i settori produttivi inclusi i lavori pubblici, dove operano le imprese di costruzione che rappresentano uno dei settori più colpiti dal grave fenomeno dei ritardi di pagamento della Pubblica Amministrazione e delle imprese private».