CONFARTIGIANATO NAZIONALE

PATENTE A PUNTI IN EDILIZIA: NO DA CONFARTIGIANATO

Confartigianato è contraria all’istituzione di una ‘patente a punti’ in edilizia, misura annunciata dal Governo per gestire la qualificazione delle imprese di costruzioni ai fini della loro partecipazione ad appalti e per accedere a finanziamenti pubblici.
Confartigianato contesta il provvedimento, giudicandolo l’ennesimo balzello burocratico sulle spalle degli imprenditori edili, che duplica oneri economici e adempimenti amministrativi rispetto a quelli già esistenti e che alle aziende costerà non meno di 300 milioni di euro.

RAPPORTO DI CONFARTIGIANATO SULL’IMPRENDITORIA FEMMINILE

L’Italia non è un Paese per mamme che lavorano, siano esse dipendenti o autonome: a tenere distanti le donne dal mondo del lavoro è anche il basso investimento nei servizi di welfare che dovrebbero favorire la conciliazione tra attività professionali e cura della famiglia. La spesa pubblica per aiutare le donne a far nascere e crescere i figli è pari a 20,3 miliardi, equivalente all’1,3% del Pil e inferiore del 39,3% rispetto alla media dei 27 Paesi Ue.
Il dato emerge dall’Osservatorio sull’imprenditoria femminile curato dall’Ufficio studi di Confartigianato e che verrà presentato alla 15° Convention di Donne Impresa Confartigianato, il Movimento che rappresenta 365.000 imprenditrici artigiane, organizzata a Roma il 21 e 22 ottobre.

ENERGIA. SI ESTENDE A TUTTA ITALIA L’ACCORDO DI METÀ LUGLIO TRA CONFARTIGIANATO VICENZA E AIM ENERGY

Cesare Fumagalli e Otello Dalla Rosa

Tutte le famiglie degli imprenditori artigiani, i loro dipendenti e gli artigiani pensionati, da oggi possono godere dei benefici derivanti da un accordo siglato dai Consorzi Caem e Cenpi e già operativo, da metà di luglio, nelle regioni del Nordest e Nordovest d’Italia. L’annuncio è arrivato oggi, a Verona, nell’ambito del Festival della Persona organizzato da Confartigianato Persone.

TEMPI DI PAGAMENTO, SECONDO L’OSSERVATORIO CONFARTIGIANATO ANCORA EMERGENZA

La legge sui tempi di pagamento in vigore dall’1 gennaio 2013 stenta ad essere rispettata dai committenti pubblici e privati. Lo confermano le segnalazioni di artigiani e piccoli imprenditori all’Osservatorio attivato il 31 gennaio 2013 da Confartigianato e visibile sul sito della Confederazione (www.confartigianato.it).

ALLUVIONE IN SARDEGNA: CONFARTIGIANATO PARTECIPA ALLA GIORNATA DI LUTTO NAZIONALE E AVVIA UNA RACCOLTA FONDI

Un'eloquente immagine dell'alluvione in Sardegna tratta da un video

Confartigianato partecipa alla giornata di lutto nazionale proclamata per il 22 novembre dal Governo in ricordo delle vittime dell’alluvione che ha sconvolto la Sardegna. La Confederazione esprime la solidarietà dell’artigianato italiano alla popolazione sarda e agli imprenditori che hanno visto distrutti i propri laboratori e officine e hanno subito danni alle abitazioni. Per fornire loro concreto sostegno, Confartigianato ha avviato una raccolta fondi, attivando un conto corrente bancario sul quale potranno essere inviati dal Sistema Confederale i versamenti che saranno utilizzati per i primi interventi.

SICUREZZA: MINISTERO DELL’INTERNO E CONFEDERAZIONI DELL’ARTIGIANATO E DELLE PMI INSIEME PER LEGALITÀ E SICUREZZA IMPRESE

Angelino Alfano
Giorgio Merletti

Intensificare la collaborazione tra Organizzazioni imprenditoriali e forze dell’ordine per combattere la criminalità che colpisce le imprese.
È l’obiettivo del Protocollo quadro per la legalità e la sicurezza delle imprese firmato a Verona dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano e dai vertici di Confartigianato, Cna e Casartigiani.

UNIONE EUROPEA. IL PARLAMENTO APPROVA NUOVE NORME SU ‘MADE IN’

«Una tappa storica per le imprese italiane e per la tutela dell’origine dei nostri prodotti». Così il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti commenta l’approvazione, da parte della Commissione Mercato interno e Protezione dei Consumatori del Parlamento europeo, dell’obbligo di indicazione di origine controllata contenuto nella proposta di Regolamento sulla sicurezza dei prodotti.

CONFARTIGIANATO: «SCADENZA DEL 15 SETTEMBRE TRASCORSA INVANO: ANCORA INCOMPLETA LA RICOGNIZIONE SUI DEBITI DELLA PA»

«Il 15 settembre è trascorso e siamo ancora in attesa di conoscere i dati completi sui debiti certi, liquidi ed esigibili maturati dalla Pubblica Amministrazione nei confronti delle imprese entro il 31 dicembre 2012 e non ancora estinti».
Il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti, rapporteur della Commissione europea per l’applicazione della Direttiva Ue sui tempi di pagamento, sottolinea che non è stata completata la ricognizione dei debiti della Pa e comunicato l’elenco dei creditori delle Regioni che dovevano essere resi noti due giorni fa, come stabilito dal decreto ‘sblocca pagamenti’ dell’8 aprile scorso.