Sabato 30 a Schio saranno proclamati i vincitori della Creative Hero: più di 200 studenti coinvolti per realizzare un packaging su “commissione” di tre aziende vicentine (F.lli Zuccato, Rigoni di Asiago e Birra Cimbra)

Il Faber Box di Schio ospiterà sabato 30 novembre la fase conclusiva del contest Creative Hero, terza edizione di una competizione giocata a suon di creatività e rivolta agli studenti delle scuole di grafica venete e non.
Questa volta la sfida ha visto impegnati 200 studenti di nove scuole, tra le quali l’Istituto Scotton di Breganze e il CFP San Gaetano di Vicenza, per un totale di 71 squadre, obiettivo: trovare e creare soluzioni grafiche innovative rivolte a prodotti ed etichette per il packaging per conto di tre imprese partner del progetto che figureranno da committenti. Le tre realtà imprenditoriali coinvolte quest’anno sono altrettante aziende vicentine: F.lli Zuccato di Chiuppano; Rigoni di Asiago e Birra Cimbra.

A Malo riconoscimenti agli artigiani in attività da più di 35 anni, al più giovane imprenditore e a due pensionati

Si è svolto a Malo, ospitato al Ristorante “K-Farm”, l’evento “Luce Artigiana 2019”. Il Mandamento Confartigianato di Malo ha voluto così omaggiare le aziende e i pensionati che quotidianamente contribuiscono allo sviluppo del territorio e di Confartigianato Imprese Vicenza. L’obiettivo della Giunta Mandamentale era quindi testimoniare la stima a questi imprenditori per il traguardo raggiunto (oltre 35 anni di attività e di iscrizione all’Associazione) e ringraziarli per il sapere, e l’esempio, che hanno voluto trasmettere con il loro lavoro. Analoga stima è stata rivolta anche all’artigiano più giovane del Mandamento, un riconoscimento, in questo caso, al coraggio dimostrato nell’avviare un’attività contribuendo ad arricchire e rinnovare il mondo dell’artigianato. Un grazie particolare, infine, a due pensionati che con loro impresa hanno contribuito al progresso di questi ultimi decenni e ora sono parte attiva dell’Associazione.

Da gennaio il nuovo percorso della Scuola di Politica ed Economia di Confartigianato. “Sostenibile adesso. L’economia circolare istruzioni per l’uso” il filo conduttore dei dodici incontri in programma

Tornano gli appuntamenti della Scuola di Politica ed Economia (SPE), percorso di Alta formazione di Confartigianato Imprese Vicenza, realizzato dal Cesar in partnership con l’Università di Padova. La nuova edizione prende, infatti, il via l’11 gennaio 2020, per concludersi a giugno. Si tratta di un percorso di 12 appuntamenti rivolto a quegli imprenditori che vogliono arricchire il proprio patrimonio di conoscenze e competenze politico-economiche spendibili poi nella vita, nell’impresa, nella società e nella stessa vita associativa.
Il tema conduttore del nuovo ciclo è “Sostenibile adesso. L’economia circolare istruzioni per l’uso”, un argomento di stringente attualità e che non ammette proroghe. Non è una moda, non è questione di maggiore o minore sensibilità ambientale, e non è più neppure una scelta rinviabile. Prima ci hanno avvertito gli scienziati, poi abbiamo cominciato a vederlo con i nostri occhi, ora sono i nostri figli che pretendono azioni concrete. L’impresa del futuro o sarà sostenibile o non sarà. Perché dovrà certificare la sua filiera, distinguersi per il suo impegno nella sostenibilità e per farlo dovrà raccontarsi nel modo giusto. Non solo a parole.

A Schio lunedì 25 chiusura di Open Innovation, iniziativa inserita nel progetto GenerAzioni, che ha coinvolto gli studenti dell’ITS Meccatronico Veneto. Obiettivo: trovare soluzioni inedite ai problemi delle aziende

Vedere il problema da un altro punto di vista e magari trovare una soluzione inedita e “fresca”. Questo l’obiettivo di Open Innovation iniziativa di Confartigianato Vicenza inserita nel più ampio progetto GenerAzioni dedicato a favorire l’incontro, appunto, tra le generazioni, nell’ottica di una utile interazione tra chi si affaccia al mondo del lavoro e chi sul lavoro ha acquisito un “sapere” fatto di esperienza. Da un lato, quindi, la “Generazione Z” che comprende i giovani di età tra i 6 e i 21 anni; dall’altro i “Millennials” o la “Generazione Y”, ovvero i nati tra il 1977 e il 1995, entrambe protagoniste di cambiamenti epocali di natura economica sociale e tecnologica.
Con Open Innovation, articolato in quattro incontri, si è voluto perciò avvicinare gli studenti al mondo del lavoro coinvolgendoli nella soluzione di reali problemi che le aziende affrontano nella loro quotidiana sfida nella conquista dei mercati.

Martedì 19 incontro Anap dedicato al dolore, come tollerarlo o limitarlo, con l’intervento del dott. Attilio Terrevoli dell’Ospedale di Vicenza

Il dolore è un’esperienza che tutti nella vita abbiamo sperimentato. Si calcola che in Italia siano circa 15 milioni le persone colpite da dolore cronico legato a mal di schiena, artrosi, cefalee persistenti comuni con l’avanzare dell’età. Il problema è diventato tanto importante da essere riconosciuto anche con una legge nel 2010 che permette di avere tutte le cure adeguate e garantisce l’accesso alla terapia del dolore. Una legge poco conosciuta.
A Vicenza è presente uno dei presidi storici della Terapia del dolore a livello nazionale, istituito già dai primi anni 70, un esempio di eccellenza della sanità pubblica.
Saranno questi gli argomenti di un incontro promosso dall’Anap (Pensionati Artigiani) per martedì 19 al Centro Congressi di via Fermi a partire dalle ore 16.30.

Thiene: lunedì 2 si chiude GenerAzioni, progetto Confartigianato Imprese Vicenza. Ospite della serata al Teatro Paolo Crepet. Saranno anche decretati i vincitori della “Tempesta di Cervelli” per nuove idee imprenditoriali

Con una serata al Teatro Comunale di Thiene si chiude, lunedì 2 dicembre alle ore 20.30, il progetto GenerAzioni promosso da Confartigianato Imprese Vicenza. Ospite d’eccezione lo psichiatra e psicologo Paolo Crepet.
Non solo, con l’occasione saranno anche proclamati i vincitori della “Tempesta di Cervelli”, una delle tre azioni del progetto, che ha coinvolto gli studenti del Liceo Corradini di Thiene e ai coetanei dell’IPSIA Garbin di Schio (sede di Thiene).

GenerAzioni è un progetto dedicato a favorire l’incontro, appunto, tra le generazioni, nell’ottica di una utile interazione tra chi si affaccia al mondo del lavoro e chi sul lavoro ha acquisito un “sapere” fatto di esperienza. Da un lato, quindi, la “Generazione Z” (di età tra i 6 e i 21 anni); dall’altro i “Millennials” (nati tra il 1977 e il 1995), entrambe protagoniste di cambiamenti epocali di natura economica sociale e tecnologica.
Oltre alla Tempesta di cervelli, il progetto si è articolato anche con un Open Innovation che ha avvicinato gli studenti dell’ITS Meccatronico Veneto nella soluzione di reali problemi che le aziende (in questo caso Gruppo Brusamarello, C.I.M.A. sas, Consul P. srl e Panificio Rizzato Srl) affrontano nella loro quotidiana sfida nella conquista dei mercati. “Figli d’arte” è stato invece il nome della terza azione del progetto ha coinvolto agli imprenditori junior già operativi nell’azienda di famiglia.

Parte da Vicenza martedì 26 un ciclo di quattro incontri sul territorio per approfondire il tema dell’esternalizzazioni e flessibilità del personale: vantaggi, condizioni, limiti e norme

Per rispondere alle mutevoli esigenze del mercato alcune aziende scelgono di adottare soluzioni di flessibilità che riguardano l’organizzazione del lavoro, anche con ricorso a personale esterno all’azienda. L’ordinamento giuridico italiano regolamenta l’esternalizzazione dell’attività con precisi schemi contrattuali, l’applicazione non corretta dei quali può portare a conseguenze anche di carattere penale.

Il Mandamento di Marostica incontra i Sindaci dell’area

I dirigenti del Mandamento Confartigianato di Marostica e sindaci dell’area hanno rinnovato il tradizionale incontro per uno scambio di opinioni e una analisi sulle problematiche del territorio che coinvolgono il settore dell’artigianato nei singoli Comuni. Il presidente Felice Baggio e i componenti del Consiglio Mandamentale hanno quindi incontrato (al Ristorante “La Veneziana” di Schiavon, mercoledì 20, ndr) i sindaci dei Comuni di Colceresa, Lusiana Conco, Marostica, Pianezze, Nove, Schiavon dopo il rinnovo che ha coinvolto molte amministrazioni e dopo le due fusioni (Mason Vicentino e Molvena in Colceresa e Conco e Lusiana in Lusiana Conco).
L’incontro è partito dall’analisi dei dati elaborati dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Vicenza: nel primo semestre di quest’anno rispetto a quello del 2018, il rapporto imprese artigiane nuove e cessate registra una flessione (-1,2% rispetto ad una media provinciale di -0,9%). Confermata una flessione per il settore delle costruzioni che perde il 2,5%, seguito dal manifatturiero; mentre sono in controtendenza, anche rispetto all’andamento provinciale, le aziende artigiane dei servizi per le imprese e per le persone, queste ultime con un saldo positivo dello 0,9%. In conclusione: al 30 giugno 2019 nel Mandamento erano registrare 1.130 imprese artigiane su un totale provinciale di 23.726 aziende.
“Il 2019 è stato caratterizzato da tanti cambiamenti, più o meno importanti, anche nel nostro territorio – ha esordito il presidente Baggio-. Sono andati alle elezioni Comunali tutti le Amministrazioni del Mandamento, eccezion fatta per Marostica, e per la prima volta sono stati eletti i sindaci dei nuovi comuni Colceresa e Lusiana Conco, frutto della fusione di quattro realtà comunali consolidate. Anche il Consiglio del Mandamento di Marostica ha eletto un nuovo presidente nella continuità del percorso tracciato da Valter Marcon”.

Al Faber Box di Schio il 29 si svolge “Match! Creative meet business” ovvero come promuovere territori e prodotti con i nuovi mezzi di comunicazione

È giunto alla terza edizione “Match! Creatives meet business”, il meeting organizzato dal sistema comunicazione di Confartigianato Imprese Vicenza, che quest’anno si svolgerà al Faber Box di Schio venerdì 29 novembre e avrà come tema portante il territorio. Non a caso l’evento è sottotitolato Digitales, una parola che riassume l’importanza di narrare il territorio attraverso strumenti digitali per promuoverne le straordinarietà e nel contempo per valorizzare le imprese e le attività economiche presenti. Il territorio, inteso come luoghi unici, arte, storia, tradizioni, cultura, economia e imprese, può diventare infatti un elemento particolarmente efficace per trasmettere il valore dei prodotti, dei brand e delle imprese che in esso operano.

“Il Talento Porta Lontano” ultimo appuntamento per i genitori. Martedì 19 novembre all’archivio della Dainese di Vicenza

Progetto promosso da Confartigianato e Confindustria per aiutare i figli nella scelta del “dopo terza media”. Continua invece il Teatro Educativo per i ragazzi

Martedì 19 novembre ultimo appuntamento dell’iniziativa “Il talento porta lontano”, un percorso formativo di cinque incontri per i genitori promosso da Confartigianato e Confindustria Vicenza, con il contributo della Camera di Commercio e in collaborazione con Teatro Educativo, che ha l’obiettivo di dare supporto e consulenza alle famiglie i cui figli devono scegliere la scuola superiore.
In un momento di trasformazione, economica e sociale, i genitori, infatti, hanno sempre più bisogno di informazioni, di aggiornamenti e di chiarezza per affrontare la scelta in modo efficace, al netto di pregiudizi e di luoghi comuni. Capire i talenti dei figli, quale è la loro personalità, rappresenta un primo passo per evitare di imboccare strade sbagliate: ma a questo va aggiunta anche una conoscenza della realtà imprenditoriale con cui, in futuro, i ragazzi andranno a interfacciarsi. E se, da qui a cinque anni, probabilmente i ragazzi potranno anche trovarsi a fare un mestiere che ancora non esiste, o a inventarne uno, rimane però importante capire cosa chiedono le aziende, soprattutto in termini di “competenze trasversali” (soft skills) a chi entra nel mondo del lavoro. Nel Vicentino è un raffinato binomio di arte e impresa, ingegno e creatività, le possibilità non mancano e, per far capire meglio tale realtà, quest’anno “Il talento porta lontano” cambia sede: gli incontri si svolgeranno infatti all’interno di attività aziendali vicentine di consolidato successo.
L’ultimo incontro quindi è fissato nell’archivio della Dainese (Vicenza) alle ore 18. Oltre al Provveditore agli Studi di Vicenza, Carlo Formaggio, interverranno i vertici dell’azienda ospite, Andrea Todeschini (della Satef Huettenes Spa), Silvia Oliva (di Fondazione Nordest) e per Confartigianato Vicenza, Andrea Rizzato (della Rizzato Impianti di Vicenza). Le iscrizioni sono libere previa prenotazione attraverso i siti: www.confartigianatovicenza.it e www.confindustria.vicenza.it
Continuano invece gli appuntamenti del Teatro Educativo (lezioni spettacolo per un viaggio dentro se stessi alla scoperta delle proprie luci e ombre) dedicati agli studenti. Il 20 novembre si farà tappa a Noventa (Teatro Modernissimo), il 21 a Schio (Teatro Astra) e infine il 22 ad Arzignano (Teatro Mattarello)