Il Tavolo Intercategoriale Orafo incontra i parlamentari vicentini per porre alla loro attenzione i problemi tecnici e formali che potrebbero vanificare i vantaggi della Convezione di Vienna

Un incontro con i parlamentari vicentini per fare il punto sulla definizione dell’iter di adesione dell’Italia alla Convenzione di Vienna. Lo ha promosso il Tavolo Intercategoriale Orafo, che riunisce Confartigianato, Confindustria, CNA e Apindustria Confimi. All’incontro, che si è svolto (lunedì 6 maggio, ndr), nella sede della Camera di Commercio di Vicenza, sono intervenuti Maria Cristina Caretta (Fratelli d’Italia), Erik Umberto Pretto (Lega) e Daniela Sbrollini (Partito Democratico).
L’Italia, è stato ricordato, è terzo produttore mondiale e primo europeo (28% del mercato, per un valore di 1,8 Mld c.ca) di prodotti orafi, ma a tutt’oggi per commercializzarli nei mercati dell’Unione europea è necessario ottemperare alla legislazione di ogni singolo paese (es. requisiti tecnici, titoli dei prodotti) e ai relativi sistemi di controllo (es. controllo a “priori”).
A livello internazionale, però, esiste un unico trattato che consente la libera circolazione dei prodotti orafi ed argentieri tra gli Stati che ne sono membri. Si tratta della “Convenzione sul controllo e la marchiatura degli oggetti in metalli preziosi”, nota anche come “Convenzione di Vienna”. Con l’ingresso dell’Italia nella Convenzione, che verrà ratificato a breve, verrà permessa la libera circolazione di prodotti orafi italiani, senza ulteriori controlli, nei venti mercati dei Paesi aderenti, attraverso l’apposizione del marchio comune di controllo a cura di un laboratorio nazionale certificato e abilitato.

Prosegue Facelook, il percorso per aggiornare le competenze digitali per le imprese del settore benessere. Appuntamento il 6 maggio a Creazzo

Ultima tappa e ultima chiamata per le imprese che intendono esplorare i nuovi sentieri della comunicazione e rendersi visibili nel mondo digitale. Con il progetto “Facelook” promosso da Confartigianato Vicenza, le imprese artigiane del settore benessere possono fare la differenza e comprendere come curare la loro comunicazione nel mondo virtuale, in cui sempre più spesso i clienti cercano informazioni.
Sono tanti gli operatori di bellezza che popolano il web con la loro pagina Facebook o un sito internet, attraverso i quali raccontano con immagini, descrizioni, e a volte anche “tutorial”, tutta la loro professionalità. Ma bisogna comunicare in modo “strategico”, conoscendo le potenzialità dei social e attivando un personale piano di promozione per un utilizzo efficace delle tecniche di storytelling e neuromarketing, strategie vincenti per raggiungere il cliente finale.

3,1 milioni di euro a sostegno delle imprese di Lonigo, Alonte, Gambellara, Montebello Vicentino, Orgiano, Sarego e Val Liona grazie al Fondo di Sviluppo di Confartigianato Vicenza, Comuni, Fidi Nordest e Banca di Credito Cooperativo Vicentino con Cassa Rurale ed Artigiana di Brendola

Un “Fondo di sviluppo” a supporto delle aziende dei territori di Lonigo, Alonte, Gambellara, Montebello Vicentino, Orgiano, Sarego e Val Liona, è questo il concreto risultato di un percorso avviato anni fa con il Comune di Lonigo. In precedenza, infatti, l’iniziativa era stata attivata con la formula di un Fondo Rotativo di euro 400mila per le aziende del territorio comunale, ora con il Fondo di sviluppo sono sette i Comuni coinvolti e impegnati nella promozione di uno strumento che permetterà alle imprese, con sede nei Comuni aderenti, di accedere in modo più agevolato e veloce a prestiti finalizzati allo scopo di incrementare la propria capacità economica e favorire così lavoro, occupazione e ricchezza. Una proposta costruita da Confartigianato in collaborazione con Fidi Nordest che, tramite il Mandamento di Lonigo, i due Istituti di Credito aderenti al Gruppo ICCREA (BCC – Banca di Credito Cooperativo Vicentino di Pojana Maggiore e CRA – Cassa Rurale e Artigiana di Brendola) e con le Amministrazioni Comunali, copre una vasta area del Basso Vicentino per favorire il mondo produttivo locale. Il territorio, infatti, presenta una vivacità e una intraprendenza importanti. Nei sette Comuni sono 1.096 aziende artigiane (su un totale di 4.298), realtà che occupano 3.084 addetti (su un totale di 14.807) su una popolazione di oltre 40 mila abitanti.

Autotrasporto persone: il vicentino Willy Della Valle rieletto all’unanimità presidente europeo dell’Associazione EACT – Coach Operator

Il vicentino Willy Della Valle, presidente provinciale di Confartigianato Autobus Operator – Trasporto Persone e delegato nazionale ai rapporti con il Parlamento Europeo, è stato rieletto nei giorni scorsi a Bruxelles presidente europeo dell’European Alliance Coach Travel (EACT), l’associazione europea dei viaggi organizzati in autopullman nata a Colonia al Salone internazionale del turismo in autobus nel 2012.
Lo scopo di Eact è sostenere le piccole e medie imprese del settore in ambito europeo. L’alleanza, di cui fanno parte, oltre all’Italia, Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Svezia, Spagna, Ungheria, Bielorussia e Irlanda, rappresenta 65.000 imprese di coach bus, 1.150.000 dipendenti di cui 1.100.000 come autisti e 7.000.000 di posti di lavoro interconnessi, conta un ufficio a Colonia e uno a Bruxelles, si avvale di un team di esperti per salvaguardare la categoria da discriminazioni e per aiutare gli organi legiferanti a comprendere le necessità del trasporto turistico.

Confartigianato Imprese Vicenza protagonista di un progetto di cooperazione internazionale in Guatemala

É stato sottoscritto a Città del Guatemala dal presidente di Confartigianato Imprese Vicenza, Agostino Bonomo, e dall’Ambasciatore Capo della Delegazione dell’Unione Europea in Guatemala, Stefano Gatto, il contratto per la realizzazione del progetto di cooperazione internazionale: “Rafforzamento della capacità di accesso delle MPMI del Guatemala ai mercati”.
“Da ormai 20 anni siamo impegnati in attività di cooperazione internazionale – spiega il Bonomo-, siamo partiti con azioni e progetti in Sud Est Asiatico attraverso il Programma europeo Asia Invest per poi passare all’Asia Centrale, all’Africa Subsahariana ed al Sud e Centro America. Negli ultimi anni abbiamo stretto una alleanza strategica con la ong CISP – Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli, con la quale collaboriamo proficuamente proprio perchè entrambe consapevoli di avere ruoli diversi e complementari nella cooperazione allo sviluppo. Come organizzazione di rappresentanza del mondo imprenditoriale riteniamo, infatti, che non esista crescita sociale inclusiva in assenza di un adeguato supporto alla imprenditorialità e alla creazione di un ambiente favorevole all’impresa. Il nostro “core business”, anche negli interventi di cooperazione, rimane inevitabilmente l’impresa e riteniamo di poter portare la nostra esperienza anche in contesti in via di sviluppo, dove le associazioni di categoria o i centri servizi rivolti alle MPMI sono una rarità o, se esistono, sono tendenzialmente inefficienti”.

L’ANAP di Valdagno il 24 aprile propone a Cornedo l’incontro: “Regole per uno stile di vita sano”

L’ANAP, pensionati artigiani, di Valdagno, in collaborazione con la Lega Tumori, il Comune di Cornedo la locale Università Adulti Anziani e l’associazione Anni d’Argento di Cornedo, propone per mercoledì 24 un incontro pubblico dedicato alla salute. “Regole per uno stile di vita sano” è il titolo dell’appuntamento, alle 15.30 alla Sala Civica Vecia Filanda, che affronterà i temi legati ai giusti stili di vita e all’alimentazione corretta. Ospite, e relatore, all’incontro il dott. Rolando Negrin, direttore sanitario Lega Italiana Lotta contro i Tumori di Vicenza.

Il Mandamento di Noventa premia dieci aziende, socie da più di trent’anni, e quattro Pensionanti Benemeriti

Il Mandamento di Noventa ha rinnovato anche quest’anno l’appuntamento con la consegna dei riconoscimenti alle imprese iscritte all’associazione oltre trent’anni, e ai Pensionati Benemeriti. Ad aprire la cerimonia, ospitata nel nuovo padiglione Multifunzionale di Agugliaro, è stato il presidente del Mandamento, Riccardo Barbato, che ha ricordato come “oggi sia ‘un’impresa a fare impresa’ e per questo va un plauso a quegli imprenditori che con impegno e perseveranza continuano a portare avanti l’attività”.
Alla cerimonia non hanno voluto mancare il presidente provinciale di Confartigianato, Agostino Bonomo; il vicepresidente e presidente del Mandamento di Valdagno, Gianluca Cavion; l’assessore alle politiche del credito e presidente del Mandamento di Lonigo, Luigino Bari, che ha anche la carica di presidente Fidi Nordest; ; l’assessore alle Politiche del lavoro e della formazione e presidente del Mandamento di Bassano, Sandro Venzo; il presidente provinciale ANAP, Severino Pellizzari, e il presidente del Mandamento di Vicenza, Maurizio Facco.
Oltre, naturalmente, al sindaco di Noventa, Roberto Andriolo, erano presenti anche numerose le autorità: da Mattia Veronese, consigliere delegato in rappresentanza dell’amministrazione provinciale; al presidente della Cassa Rurale ed Artigiana di Brendola, Gianfranco Sasso; fino al Comandante della Guardia di Finanza di Noventa Gennaro Pietroluongo. Non sono voluti mancare poi, tutti i sindaci e gli assessori dei Comuni appartenenti al Mandamento.

Vicenza ha ospitato il contest Creative Hero (edizione primavera) che conta Confartigianato Imprese Vicenza tre i promotori

Tra i concorrenti il San Gaetano che si è aggiudicato un assegno di 500 euro

La finale di Creative Hero edizione primavera, il contest dedicato agli studenti delle scuole di grafica, è stata ospitata sabato (13 aprile, ndr) a Vicenza, nelle sale del Centro Congressi Confartigianato. Nata nel 2017, “Creative Hero” è un’iniziativa per giovani creativi ideata dall’Istituto Salesiano San Marco di Mestre, organizzata in collaborazione con Confartigianato Imprese Vicenza e, in particolare, con il Sistema Comunicazione dell’associazione provinciale.
La formula è quella di una maratona creativa, una settimana ricca di alchimia, fatta di tanti ingredienti: creatività, tecnologia, passione, amore per la grafica e la comunicazione, con gli studenti divisi in team pronti a sfidarsi a colpi di idee. La scalata alla vittoria si articola in due step: con la prima selezione si individuano i migliori progetti di ciascuna scuola partecipante, mentre la seconda decreta il “Creative Hero” a livello nazionale dopo un’ulteriore presentazione tra i vincitori della prima fase. La sfida parte con un colloquio in videoconferenza durante il quale le aziende, coinvolte come committenti, svelano le loro richieste ai candidati “eroi creativi”.
La prima novità di questa edizione primaverile è stata la partecipazione di scuole di Grafica provenienti da più aree d’Italia. Oltre ai ragazzi della Scuola grafica San Marco di Mestre hanno partecipato, infatti, gli studenti degli istituti San Gaetano di Vicenza, Scotton di Breganze, Pio XI di Roma, CFP di Ariccia e CFP di Bergamo.

Thiene: martedì 16 aprile lo Spazio Hub presenta in Villa Fabris un nuovo laboratorio articolato in tre appuntamenti

Riparte Spazio HUB, il progetto di Confartigianato Imprese Vicenza e dePlan realizzato con la collaborazione dei Comuni di Thiene, Breganze, Cogollo del Cengio, Marano Vicentino, Villaverla, Zugliano, con il contributo della Camera di Commercio di Vicenza. Martedì 16 aprile alle ore 19, in Villa Fabris a Thiene, verrà infatti presentato il nuovo laboratorio articolato in tre incontri, in partenza poi a maggio. Tre appuntamenti durante i quali si affronteranno temi quali: la definizione della propria idea d’impresa, per avere degli strumenti che permettano di chiarire le idee e trasformarle in possibili modelli di business; la valutazione della propria idea di impresa, per capire che effetto fa la propria idea attraverso i feedback di professionisti e partecipanti; la motivazione e la scelta che porta al fare impresa, per aumentare la chiarezza delle motivazioni personali a fare impresa e la consapevolezza dei rischi da affrontare nell’attivarsi in una dimensione imprenditoriale.

Lunedì 15 aprile a Lonigo nuovo evento per Facelook, percorso dedicato alle imprese del settore benessere

Prosegue “Facelook” percorso promosso da Confartigianato Vicenza e dedicato alle imprese artigiane del settore Benessere che, in nome della valorizzazione del look e della bellezza, hanno compreso l’importanza di curare la loro comunicazione on line. Conoscere gli strumenti di lavoro però non basta, servono le tecniche di utilizzo e, prioritariamente, un metodo e una strategia: è questa l’evoluzione che viene proposta per “Facelook 2019”, e uno dei temi chiave del percorso sarà la “customer experience”, ovvero come l’esperienza del salone o centro bellezza viene vissuta dal cliente. “Facelook 2019” accompagnerà gli operatori della bellezza dapprima a sviluppare la propria idea di comunicazione nel mondo digitale, quindi a realizzarla con l’aiuto di consulenti esperti e dei finanziamenti erogati alle imprese su progetti di innovazione digitale.