Prende il via a ottobre GenerAzioni progetto di Confartigianato, con capofila il comune di Cornedo, dedicato ad avvicinare le giovani generazioni al mondo del lavoro

Si chiama “generazione Z” ovvero quella che ha tra i 6 e i 21 anni, che non ha mai conosciuto un mondo senza Internet, Smartphone o i-Pod, pronta ad alimentare le proprie passioni ed essere orgogliosa del proprio lavoro e quindi più predisposta all’imprenditorialità. Poi ci sono i loro fratelli più grandi i cosiddetti millennials, i nati fra il 1977 e il 1995. Come può allora l’impresa essere preparata all’ingresso nel mercato del lavoro di queste generazioni più flessibili e indipendenti? Al quesito intende rispondere “GenerAzioni” articolata iniziativa di Confartigianato Vicenza in partenza ad ottobre elaborata sulla scorta di un’indagine condotta ad hoc sul mercato del lavoro degli Under 30 nel territorio coinvolto e realizzata da Luca Romano direttore di Local Area Network.
Si tratta di un progetto co-finanziato dal Fondo Nazionale per le Politiche Giovanili che vede Cornedo quale capofila dei Comuni dell’area (corrispondente alla Ulss n. 8, ndr). Il Fondo finanzia una serie di iniziative definite nel Piano di intervento per le politiche giovanili dell’area e denominato “Giovani Investimenti – Impegno per giovani protagonisti”, e proprio una quota di questi fondi sono stati stanziati per il progetto di Confartigianato che, fino dicembre, porterà sul territorio una serie di eventi sui temi dell’orientamento al lavoro e del passaggio generazionale in azienda.
L’obiettivo del progetto è quindi quello di creare occasioni di incontro tra le generazioni, spazi di collaborazione e interazione che portino alla conoscenza reciproca e alla costruzione di un’idea comune. Il mercato del lavoro di oggi, infatti, richiede una continua “integrazione” di esperienze e competenze, uno scambio e una contaminazione che generino valore in tutte le dimensioni (culture, territori e tra generazioni). Si intende perciò creare un collegamento tra passato e futuro, tracciando un percorso a tappe finalizzato a costruire uno “spazio di contaminazione” per favorire lo sviluppo delle competenze richieste dal nuovo mercato del lavoro: la creatività e lo spirito di iniziativa, capacità di problem solving e il lavoro di squadra, la spinta verso l’innovazione e la disponibilità al cambiamento (da parte di tutte le generazioni).

Sabato 6 ottobre ultima giornata di CI.TE.MO.S.

Si avvia al termine CI.TE.MO.S., il festival promosso da Confartigianato e Comune di Vicenza. Sabato 6 gli ultimi interessanti incontri del Festival dedicato alla mobilità e alle tecnologie.
L’autotrasporto verso una mobilità più sostenibile e conveniente: più rispetto per l’ambiente e meno costi aziendali è il titolo del convegno che (a Palazzo Monte di Pietà alle ore 10) apre l’ultima giornata del fitto calendario di eventi.
A due anni dall’accordo siglato, alla presenza dei Ministri dei Trasporti e dell’Economia, da IVECO – FCA e SNAM con l’obiettivo di favorire lo sviluppo del gas naturale come carburante per l’autotrazione, quale alternativa immediatamente disponibile e più sostenibile rispetto alle controparti tradizionali, si traccerà un primo bilancio. Interverranno: Fabio Pellegrinelli di IVECO e Roberto Bernardini di SNAM. Saranno presentati anche case history di imprese di trasporto italiane che hanno scelto d’investire su gomma green.
Quale politica industriale per facilitare la mobilità sostenibile e il comparto produttivo collegato? É a questo quesito che sarà dedicato l’appuntamento in programma al Palladio Museum (alle ore 10). A fare gli onori di casa saranno Agostino Bonomo, presidente provinciale Confartigianato Vicenza, e Cesare Fumagalli, Segretario Generale Confartigianato Imprese. Seguiranno gli interventi di Valerio Rossi Albertini (fisico nucleare e primo ricercatore CNR) su “Il futuro dell’energia pulita”, di Enrico Quintavalle (responsabile Ufficio Studi Confartigianato imprese) che presenterà un’analisi sulla mobilità sostenibile in Italia e in Europa, quindi si parlerà dell’ “L’inquinamento urbano” con Mark Aguettaz di GIPA Automotive Aftermarket Intelligence; per finire con il punto di vista del mondo dell’auto portato da Paolo Lanzoni, Product Marketing Manager Mercedes-Benz Italia. Modera l’incontro Leonardo Buzzavo del Dipartimento di Management, Università Ca’ Foscari di Venezia.

Per il “Mese in rosa” della Lega Lotta ai Tumori, martedì 9 ottobre gli operatori del Benessere di Confartigianato propongono un incontro su come curare bellezza e salute

Con la campagna che porta come simbolo il nastro rosa il pubblico, soprattutto femminile, nel mese di ottobre è invitato a prestare attenzione al tema della prevenzione e lotta ai tumori. Una serie di iniziative vede impegnata la Lega Lotta Tumori (Lilt – sezione di Vicenza) e una di queste va nello specifico ad interessare imprenditori e operatori del settore acconciatura e estetica. Con la serata “Mese in rosa: la prevenzione ti dona!” si terrà, infatti, martedì 9 ottobre, ore 20.30 al Centro Congressi Confartigianato Vicenza una serata informativa per diffondere la cultura della prevenzione dei tumori attraverso attività di educazione, formazione, assistenza sul territorio.

Nasce l’Academy Confartigianato: iniziativa dedicata ai ragazzi (di primo e secondo grado) e ai docenti per sviluppare competenze teorico-pratiche

Sono previsti percorsi alla scoperta di attività sia tradizionali che innovative. Adesioni fino al 15 ottobre

In seno a Confartigianato Vicenza è nata l’Academy, ovvero un “contenitore formativo” permanente dedicato a studenti e docenti delle scuole primarie e secondarie che permette di raggiungere alcune competenze di base attraverso il metodo “learning by doing”, cioè dell’“imparare facendo”.
Sulla scorta della pluriennale esperienza maturata con il progetto “Dire, Fare e Pensare”, l’Ufficio Scuola ha infatti elaborato per l’anno scolastico 2018/2019 una serie di percorsi dove, appunto, si “impara facendo”. Il metodo utilizzato per i corsi proposti è inoltre centrato sulla collaborazione attiva tra i partecipanti (quindi “cooperative learning”, “team building” e “problem solving” di gruppo) permettendo così di abbinare alle competenze tecniche e digitali anche quelle sociali e, più genericamente, trasversali.
Il programma prevede dei “teacher lab”, laboratori dedicati ai docenti e validi per l’aggiornamento professionale, e degli “education hub” per gli studenti, anche per chi deve intraprendere il percorso di Alternanza Scuola-Lavoro.

Prosegue venerdì 5 CI.TE.MO.S. il Festival dedicato alle innovazioni intelligenti e alle tecnologie per la mobilità sostenibile

CI.TE.MO.S., il festival promosso da Confartigianato e Comune di Vicenza, dopo la giornata di apertura, prosegue venerdì 5 con un ricco calendario di appuntamenti dislocati in vari punti della città.
In mattinata ecco la CI.TE.MO.S. High school 2018, ovvero due eventi, l’uno al Teatro Comunale (ore 9.30) l’altro al Liceo Pigafetta (ore 10), rivolti espressamente ai licei per mostrare quanto la tecnologia permei la nostra quotidianità e di come le competenze in uscita dalla scuola siano cambiate nel giro di pochi anni. Gli incontri sono dedicati quindi a quei ragazzi che hanno deciso di seguire un percorso liceale per dare spessore e struttura alle proprie conoscenze, per approcciare gli apprendimenti con metodo deduttivo, ai quali devono però imparare ad associare competenze scientifiche e tecnologiche al fine di tenere il passo con un mondo del lavoro in continuo cambiamento. Accompagneranno i ragazzi nei due appuntamenti, validi anche per l’Alternanza Scuola Lavoro, rispettivamente il sociologo Francesco Morace e Valerio Rossi Albertini, fisico nucleare e primo ricercatore del CNR.

Prosegue InnovArti percorso continuativo di Confartigianato

Win Win: in Villa Fabris a Thiene martedì 9 evento lancio di una giornata formativa dedicata alla gestione dei team e dei conflitti

Dopo gli incontri dedicati al Service Design, adesso “InnovArti”, il progetto continuativo promosso da Confartigianato Vicenza per accompagnare le aziende verso i nuovi modi di concepire la gestione d’impresa, prosegue martedì 9 ottobre in Villa Fabris a Thiene alle ore 18.30, con la presentazione del percorso “Win-Win. Strumenti per la gestione dei conflitti nel team di lavoro” che rientra nell’area delle competenze “strategiche”.
Nel corso dell’incontro sarà illustrato quanto e come un conflitto, troppo spesso parte integrante delle nostre giornate lavorative, possa essere distruttivo, compromettendo le performance aziendali; visto sotto un’altra luce, però, il conflitto può essere un’opportunità che fa crescere e maturare il team di lavoro. Nell’uno e nell’altro caso, comunque, esso va gestito: il primo passo è perciò capire che cos’è un conflitto, se sia sempre negativo, quali sono le varie tipologie, come riconoscerle e come riuscire a gestire il tutto.

Mobilità Sostenibile e Tecnologie: il punto a Vicenza con CI.TE.MO.S.

Giovedì 4 al via il festival, promosso da Confartigianato e Comune

Prende il via giovedì 4 ottobre “CI.TE.MO.S.”, Festival CIttà della TEcnologia per la MObilità Sostenibile” promosso da Confartigianato Vicenza e Comune di Vicenza con il contributo della Camera di Commercio, di EBAV (Ente Bilaterale Artigianato Veneto), Intesa Sanpaolo, Mercedes, Smart, Trivellato, AIM, Itas e realizzato in collaborazione con Confindustria Vicenza e Confcommercio Vicenza, e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente.
Per informazioni dettagliate sul programma si invita a consultare il sito dedicato (www.citemos.it) dove si possono trovare, in progressivo aggiornamento, tutte le indicazioni su luoghi, orari e relatori dei diversi appuntamenti. Ecco, il programma della prima giornata.

Il 20 e 21 ottobre torna lo “Space Apps Challenge” della Nasa a caccia di idee per migliorare il mondo

Aperte le iscrizioni per i 250 posti disponibili

Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, che ha contato 160 partecipanti, Confartigianato Vicenza è stata chiamata a organizzare anche per il 2018 l’International “Space Apps” Challenge, la più grande competizione di idee a livello mondiale promossa e ideata dalla NASA, l’agenzia spaziale americana. L’iniziativa, co-organizzata con il Consolato USA di Milano e con il Comune di Vicenza, e patrocinata dalla Regione Veneto, quest’anno è in programma il 20 e 21 ottobre in città e, contemporaneamente, in altre centinaia di città del mondo. Non solo, Confartigianato Vicenza fornisce la sua collaborazione, e supporto operativo, ad alcune new entry della manifestazione: il Politecnico di Milano e l’incubatore I3P del Politecnico di Torino, oltre che il Centro Internazionale di Fisica Teorica di Trieste.
Nel tessuto imprenditoriale vicentino centinaia di piccole e medie imprese sono impegnate ogni giorno nella costruzione di componenti critiche di tipo meccanico ed elettronico, partecipando in maniera significativa a quella che viene ormai definita la Space Economy ovvero, come riportato nel Piano Strategico del MISE diffuso in giugno, “la catena del valore che, partendo da ricerca, sviluppo e realizzazione delle infrastrutture spaziali abilitanti, il così detto “UpStream”, arriva fino alla produzione di prodotti e servizi innovativi “abilitati”, il così detto “Downstream”. Questo, e l’impegno costante nel promuovere l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese, sono i motivi che hanno spinto Confartigianato, attraverso il suo Digital Innovation Hub, ad accettare l’invito del Consolato degli USA di Milano già nel 2017.

Venerdì 28 settembre finale di “School and Business Competition”. Iniziativa che rientra nel progetto regionale “Giotto a Bottega da Cimabue”

Si svolgerà venerdì 28 settembre, alla Fiera di Vicenza, dalle 9.00 alle 15.00, l’evento finale di “School and Business Competition”, ovvero la presentazione delle idee imprenditoriali sviluppate dai giovani nell’ambito del progetto regionale “Impariamo a fare impresa. Giotto a bottega da Cimabue” al quale il Cesar, centro formativo della Confartigianato provinciale, ha aderito con il progetto “#ShakeTheBrain”.
Nell’arco di questa iniziativa gli studenti seguiti dal Cesar hanno progettato una loro idea imprenditoriale legata a temi quali la Mobilità, la Cucina e il Tempo libero, ed elaborato il relativo “business plan”. A tale scopo, i ragazzi e i loro docenti hanno incontrato gli imprenditori dentro e fuori dalla scuola, ascoltato le loro testimonianze e visitato le aziende, dove gli studenti hanno svolto anche un periodo di esperienza, mentre a scuola hanno frequentato attività di formazione per la redazione del suddetto “business plan” e per preparare la presentazione finale dei loro progetti nel corso di un evento e di un dibattito pubblico.

Prodotti eno gastronomici vicentini raccontati in Rete: nasce la collaborazione tra Confartigianato, Prelibata Stories, The Italian Community of London e Associazione Italiana Food Blogger

Per il consumatore un’occasione in più per conoscere prodotti tipici e locali della propria e delle altre regioni, la loro storia e quella di chi li produce; per le aziende un’opportunità per promuovere i propri prodotti oltre i confini locali e nazionali. Da qui la collaborazione avviata dal Digital Innovation Hub di Confartigianato Vicenza con Prelibata Stories, che si occupa di promozione e valorizzazione delle produzioni enogastronomiche, l’Associazione Italiana Food Blogger e The Italian Community of London, con l’obiettivo di “raccontare il cibo di qualità” e promuovere le eccellenze enogastronomiche locali.
In che modo è presto detto: una rete di food blogger e food writer specializzati, attenti alle risorse del territorio e attivi nella ri-scoperta della tradizione, utilizzeranno gli strumenti della comunicazione digitale per “avvicinare” consumatori sempre più attenti e consapevoli, che per le loro scelta non si fermano ai messaggi pubblicitari standard. In effetti chi oggi intende acquistare un prodotto enograstronomico dà molta importanza alla “narrazione” dello stesso, cioè a storie capaci di emozionare e dare significato di valore al protagonista. Attraverso lo storytelling quindi il consumatore non solo si avvicinerà al prodotto ma potrà anche creare un legame duraturo con l’azienda che questa potrà alimentare nel tempo dando modo ai clienti affezionati di raccontare la loro esperienza attraverso recensioni, commenti, condivisioni, e quindi alimentando la “narrazione”.