Recuperare il patrimonio industriale dismesso. Bonomo (Confartigianato): “Vogliamo un Veneto più consu(meno) e meno consu(mone)”. Indagine Confartigianato in collaborazione con IUAV e Regione Veneto

Il Veneto è disseminato di capannoni dismessi, ma quanti sono? A quanto potrebbe ammontare il loro valore complessivo? Quanti sono quelli recuperabili? E come? Ed il loro valore immobiliare e quello dell’indotto economico potenziale?

Alimentare artigiano “made in Veneto”: vola l’economia dei consumi tipici natalizi

376 prodotti agroalimentari tradizionali, 32 eccellenze a marchio europeo, 6.666 imprese artigiane alimentari, 20.000 addetti e, nel solo mese di dicembre, quasi 1.138 milioni di euro di spesa delle famiglie (6° regione per spesa “natalizia”). Sono questi i numeri principali dell’immenso “giacimento” della food economy artigiana in Veneto che, soprattutto sotto le festività di Natale, registra sostanziose crescite di produzioni e vendite.

Confartigianato Imprese Veneto: Decreto dignità. Per il presidente Agostino Bonomo “primo atto economico nuovo Governo ostile alle imprese”

“A 4 mesi dal voto del 4 marzo, e ad un mese esatto dal giuramento del nuovo Governo la “grande attesa” per il primo atto economico si riduce ad un provvedimento molto ideologico e poca sostanza. Registriamo un pregiudizio verso le imprese”. E’ il giudizio a caldo del Presidente di Confartigianato Imprese Veneto Agostino Bonomo alla lettura del cosiddetto “Decreto Dignità” approvato la scorsa notte dal Consiglio dei Ministri. 

Rinnovo contratto statali, Bonomo (Confartigianato): “Occasione mancata. Frettoloso e intempestivo, slegato da ciò che il Paese si attende in fatto di burocrazia e pubblico impiego”

Agostino Bonomo (Confartigianato)

L’anno che si è appena concluso ci ha regalato, ad opera del Ministro Madia e delle organizzazioni del lavoro dipendente (e che forse non si aspettavano di meglio in prossimità di elezioni), un rinnovo contrattuale nel pubblico impiego che, a dispetto degli anni di ritardo rispetto a scadenza e prassi, sembra frettoloso e intempestivo, slegato da ciò che il Paese si attende in fatto di burocrazia e pubblico impiego.